Profumi nei cosmetici: tutte le risposte che stai cercando

Le fragranze cosmetiche sono spesso causa di allergie e irritazioni cutanee. Scopri come evitare gli ingredienti dannosi per la pelle, scegliendo la skincare di bellezza ideale in base alle tue esigenze.

In un’epoca in cui i cosmetici “naturali” prosperano e i marchi pubblicizzano con forza l’assenza di alcuni ingredienti potenzialmente nocivi, capire cosa effettivamente evitare nella cura della pelle diventa una sfida.

Pensiamo ai profumi nei cosmetici, per esempio. Se sei sensibile alle fragranze, una skincare priva di profumazioni, è per te una manna dal cielo! Parliamo di prodotti solitamente formulati per la pelle delicata, problematica o facilmente irritabile. Lo stesso discorso vale se soffri di mal di testa ed emicrania.

Comprendere quale fragranza è compatibile con le tue esigenze, è molto importante, soprattutto quando pianifichi una nuova routine di skincare quotidiana.

Profumi nei cosmetici

Cos’è la fragranza?

Esistono due categorie principali di fragranze: sintetiche e naturali.

Sintetiche

Cosa significa esattamente la dicitura “fragranza sintetica”? In poche parole, questo ingrediente viene sviluppato direttamente in laboratorio, in modo artificiale. Le fragranze possono essere completamente sintetiche o semisintetiche, il che significa che solo una parte degli ingredienti proviene dal laboratorio, mentre il resto è naturale.

Uno dei motivi principali per cui un brand sceglie di utilizzare una fragranza sintetica, è che dura molto più a lungo rispetto a quella naturale. Il profumo naturale dura solo uno o due anni; quello sintetico arriva fino a cinque.

Dato che i prodotti profumati in modo sintetico restano fragranti per periodi più lunghi, è importante controllare con attenzione le date di scadenza dei tuoi cosmetici di bellezza, prima di applicarli.

Naturali

Le fragranze naturali provengono dalla natura, come nel caso della lavanda o del limone; non sono create in laboratorio; sono direttamente estratte dalla loro fonte naturale. A differenza di quella sintetica, esiste un solo tipo di fragranza naturale. Anche se la profumazione potrebbe non durare quanto quella artificiale, il vantaggio chiave della fragranza naturale è la totale assenza di nocività nel prodotto.

In generale, il problema più grande con i profumi nei cosmetici, è la mancanza di trasparenza. Con l’assenza di una regolamentazione ufficiale, i marchi possono farla franca elencando termini generici senza rivelare quali ingredienti compongono effettivamente la fragranza.

Perché ci sono i profumi nei cosmetici?

Non esistono ragioni cliniche per tale scelta; solitamente il profumo ha lo scopo di coprire l’odore di altri ingredienti (poco piacevoli). Oppure vuole semplicemente migliorare l’odore generale del prodotto, portandolo ad una maggiore commercializzazione.

In genere, c’è sempre qualcosa di allettante in un cosmetico dall’odore “buono”. Mentre il mercato presta sempre più attenzione ai profumi nei cosmetici, c’è ancora un’ampia fetta di consumatori che acquista in base alla fragranza.

Se esistesse un prodotto incredibilmente buono per la tua pelle, ma con un cattivo odore, lo useresti comunque? Rispondi sinceramente! I brand inseriscono i profumi nei cosmetici per mascherare l’odore sgradevole che si manifesta naturalmente con l’utilizzo di determinati ingredienti.

L’uso di un cosmetico con un buon profumo, rende l’esperienza complessiva più piacevole. Le fragranze possono essere nostalgiche, calmanti o addirittura rivitalizzanti. Sono usate per unire tutti i sensi e darti buon umore, inutile negarlo.

I cosmetici senza profumo sono migliori?

La risposta a questa domanda può variare da persona a persona. Se soffri di allergie o sei sensibile alle profumazioni, molto probabilmente è sì. Analizzando un punto di vista più ampio, il responso non è così scontato.

I prodotti per la cura della pelle privi di fragranze funzionano bene se la presenza di profumi, naturali o sintetici che siano, ti infastidisce a priori. Hai un naso sensibile? Sei probabilmente soggetta a mal di testa causati da odori anche leggeri.

Se in genere eviti i profumi (o l’acqua di colonia), le candele e altri articoli fragranti per la casa a causa della tua sensibilità, opta per cosmetici con poco o nessun profumo. Ti sbarazzerai di un problema fastidioso senza intaccare la cura della tua pelle.

È importante sapere che “senza profumo” è diverso da “inodore”. Cosa vuol dire? Non profumato significa che il prodotto non ha un odore preciso; tuttavia potrebbe contenere sostanze chimiche, o fragranze aggiunte, per coprire l’odore di alcuni ingredienti.

La trasparenza è la chiave per navigare tranquilla tra i profumi nei cosmetici. Quando la fragranza è elencata sull’etichetta (INCI), deve essere affiancata da altri ingredienti scritti tra parentesi.

L’assenza di una descrizione completa della formulazione, in generale, potrebbe risultare nociva; gli ingredienti sconosciuti sono spesso causa di irritazioni e reazioni allergiche. I cosmetici senza profumo non sono necessariamente migliori di quelli con profumo. In sostanza: scegli ciò che funziona meglio per il tuo corpo e per la tua pelle.

Quando evitare le fragranze nei prodotti di bellezza?

Sei allergica a qualsiasi forma di profumo (sintetico o naturale)? Evita le fragranze nella tua skincare. Sospetti di avere un’allergia? Fissa un appuntamento con un allergologo in grado di identificare l’ingrediente specifico responsabile dell’irritazione.

In caso di eczema o rosacea, l’uso di prodotti profumati potrebbe irritare maggiormente la pelle; presta attenzione! Se hai iperpigmentazione, macchie scure e le fragranze irritano la tua pelle, meglio optare per cosmetici totalmente privi di profumi.

in generale, se hai la pelle sensibile o con una barriera cutanea compromessa, non usare le fragranze.

Hai spesso l’emicrania? Evita l’utilizzo dei profumi nei cosmetici. Alcuni studi dimostrano che l’ipersensibilità agli odori è una caratteristica comune nelle donne, in particolare in quelle che soffrono di emicrania. Opta quindi per una routine di bellezza senza profumo, la scelta ideale se ti rispecchi in questa categoria.

In conclusione, se non sai come orientarti con le fragranze cosmetiche, inizia con alcuni semplici suggerimenti: qualsiasi prodotto destinato al viso, al collo o alla zona degli occhi, dovrebbe essere il meno profumato possibile! Puoi applicare cosmetici profumati sulla pelle del corpo, decisamente meno sensibile rispetto a quella del viso, più sottile e quindi maggiormente vulnerabile alle fragranze.

Ci sono ingredienti chiave riconosciuti dagli organismi scientifici dell’Unione Europea e classificati come irritanti e infiammanti, da evitare assolutamente. Qualche esempio? L’alcool benzilico, il salicilato di benzile e l’alcool cinnamile sono tra gli allergeni più frequentemente segnalati dai consumatori.

Ogni essere umano possiede una pelle unica e irripetibile, non esiste la formula di bellezza perfetta equivalente per tutti. Noti che la tua pelle reagisce negativamente a un prodotto e pensi che ciò sia imputabile alla fragranza? Consulta un allergologo (o un dermatologo), che ti aiuterà a identificare la causa.

Le fragranze cosmetiche sono spesso causa di allergie e irritazioni cutanee. Scopri come evitare gli ingredienti dannosi per la pelle, scegliendo la skincare di bellezza ideale in base alle tue esigenze.


Potrebbe interessarti anche:

3 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. se possibile meglio senza profumo, quando è poco piacevole per me significa non usare il prodotto, il profumo è un elemento fondamentale!

  2. Che articolo interessante…a me devo dire che una buona profumazione nei Cosmetici piace sentirla ma appunto dipende dalle situazioni…ricordo infatti di aver provato un periodo un contorno occhi de i provenzali che aveva una fragranza bella ma che mi irritava gli occhi e quindi ho dovuto smettere di usarlo, mentre altri prodotti in genere non mi creano grandi fastidi però ammetto che ultimamente sto apprezzando maggiormente quelli senza fragranze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.