Hair Contouring: esiste davvero! Tendenze capelli 2016

Nel make-up, lo sappiamo bene, il termine contouring indica una tecnica correttiva che usa luci ed ombre per armonizzare i tratti del viso: con una tonalità scura opaca si “mettono in ombra” le zone del viso che si vuole assottigliare, rimpicciolire o nascondere (generalmente la zona sotto l’osso dello zigomo; ma anche i lati del naso e della fronte.

Hair Contouring

Per chi è particolarmente “paffuta” si scuriscono anche i lati del viso). Invece con una nuance chiara e perlata si enfatizzano le zone del viso da far sembrare più grandi o “in fuori” (parte superiore dello zigomo, parte centrale del naso, angolo interno dell’occhio, in alcuni casi anche mento e centro della fronte.).

Da leggere: Come fare il contouring naso – GUIDA

Il contouring fino a qualche tempo fa era appannaggio esclusivo dei make-up artist di Hollywood: è una tecnica che richiede sfumature estremamente accurate per non far notare troppo gli stacchi di colore tra la nuance scura e quella opaca e ovviamente non tutte le donne hanno il tempo per realizzarlo sul proprio volto nella vita di tutti i giorni. Ma oggi non è più così: la popolarità del contouring è cresciuta a tal punto che molte case cosmetiche ormai producono palette viso apposite per questa tecnica.

La popolarità del contouring per la correzione del viso ha fatto sì che gli stilisti di moda capelli si siano sbizzarriti a riprodurne i benefici anche tramite il colore dei capelli: oggi in salone è possibile richiedere una tecnica di colorazione che modifichi e corregga i tratti del nostro viso tramite una schiaritura dall’effetto naturale, realizzata a mano libera, nelle zone che vogliamo “mettere in luce” ed una tonalità più scura nelle aree da minimizzare. Questa tecnica si chiama Hair Contouring.

Hair Contouring

Ad esempio, per una donna dal viso paffuto le radici saranno schiarite mentre le lunghezze saranno mantenute più scure per “assottigliare” il viso, nello stesso modo in cui faresti con la terra scura e opaca da utilizzare per il contouring (la applicheresti ai lati del viso per poi fare contrasto con l’illuminante al centro della fronte, non è vero?)

Chi ha inventato l’Hair Contouring

Il pioniere di questa tecnica ormai ampiamente diffusa nei saloni è stato lo stilista Marc Trinder per i saloni di bellezza Charles Worthington (per maggiori info: charlesworthingtonsalons.com).

Funziona?

Sì, a patto che non ti aspetti miracoli o sconvolgimenti del tuo volto naturale: così come nel contouring realizzato col trucco per mantenere un effetto credibile sfumi bene le due tonalità per ammorbidire il contrasto, così il tuo parrucchiere sfumerà le due tonalità applicate a mano libera per ottenere un effetto gradient graduale e senza “stacchi” di colore, il che ti permette anche di rimandare all’infinito il ritocco della ricrescita che risulterà sfumata e naturale anziché darti il solito effetto “rigasgradevole ed antiestetico.

Arrivare ad utilizzare sui capelli le stesse sfumature che si utilizzano nel make-up, sfruttandole per correggere e riequilibrare i volumi del viso, è un risultato tecnologico reso possibile dalle nuove tecniche di schiaritura realizzate a mano libera: siamo lontani anni luce dalle mèches “a strisce” degli anni’ 90 e la tinta dei capelli viene applicata in modo sempre più sfumato, creando veri e propri effetti ombrè.

Aspetta, C’è Ancora Qualcosa Da Leggere:

3 Comments

Leave a Reply
  1. Wow!!! Non avevo mai sentito parlare di questa tecnica, ma é estremamente interessante!!! Devo andare ad informarmi dalla mia parrucchiera! 😀

  2. Non avevo mai sentito parlare di contouring per capelli,non è certamente un effetto proprio naturale,ma rende bene,almeno sulle top model e attrici!:-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.