Tacchi alti? Supera la paura per i trampoli!

Non sai come portare i tacchi alti e hai paura di cadere? Ecco dei consigli per camminare con eleganza con i tacchi alti senza problemi!

Iniziare per gradi

Indossare i tacchi alti non è un’impresa impossibile, ma non puoi usare subito il mitico tacco 12. Inizia con un tacco più basso, da usare tutti i giorni anche in casa. Ci sono calzature (anche come pantofole) che sono con un piccolo tacco unico, così non perdi l’equilibrio e ti alleni senza pensarci.

Per iniziare, anche quando esci, usa calzature che hanno un tacco moderato, ma unico, così non perderai la postura. Man mano che riesci a mantenere l’equilibrio, puoi puntare su calzature dal tacco sempre più sottile e sempre più alto, procedendo per gradi.

Come camminare sui tacchi alti

Per camminare sui tacchi alti, dovrai fare molta attenzione ad alcuni movimenti. I fianchi devono oscillare quando cammini e la testa deve essere tenuta ben dritta, con il mento all’insù. Le braccia devono essere morbide e dondolare un po’. Quando fai un passo, appoggia il tallone prima, con un movimento elegante.

Tacchi alti

I tacchi portano a questo tipo di andatura, che viene molto apprezzata perché ritenuta molto sensuale. Ovviamente, fai anche attenzione a “dove” fare la tua sfilata. I sampietrini di Roma non sono proprio il terreno ideale, così come le strade sterrate.

I tipi di tacco

I tacchi alti hanno diverse altezze e diversi modelli. C’è chi ha bisogno delle zeppe per iniziare e chi ha bisogno di tenere ben saldo il piede con lacci e calzature più avvolgenti. Con il tempo, si impara a sfoggiare le mitiche décolleté, ma solo nelle grandi occasioni.

Il tipo di tacco racconta molto di chi lo indossa, ma è fondamentale evitare brutte esagerazioni, che, magari, possono farti anche cadere. Utilizza il tacco in base a come ti senti e allenati in casa per evitare brutte figure. Ognuna di noi ha il suo stile, basta solo saperlo cercare!

I segreti dietro i tacchi alti

Ovviamente, ogni donna ha i suoi segreti per portare i tacchi alti con il giusto charme. C’è chi allarga un po’ la calzatura con il phon per non sentire dolore, chi usa le solette e chi utilizza i pratici cuscinetti in gel.

Oltre a questi piccoli espedienti, ricorda di prenderti cura dei tuoi piedi con una bella pedicure, almeno due volte alla settimana, da fare in casa. Quali consigli daresti a chi tenta ora di portare i tacchi alti?

Leggi anche:

4 Comments

Leave a Reply
  1. Anche io credo che sia tutta questione di abitudine. Ricordo che un pò di tempo fà, prima che mi rompessi la caviglia (ecco perché mi chiamano Pasqualino passa guai hahaha), portavo qualsiasi tipologia di tacco, a spillo, più doppio, basso-alto e così via, senza alcun problema!

  2. Io li prediligevo da ragazzina, arrivavo ad altezze assurde, adesso prediligo la comodità ma non rinuncio a portare dei tacchi o zeppe in qualche serata che mi sento ispirata!!;-)

  3. Io, in passato, portavo sempre tacchi alti, per qualsiasi occasione, con il tempo i cm dei miei tacchi si sono notevolmente abbassati ma ricordo che li portavo senza grandi difficoltà, l’importante è abituarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.