Come utilizzare lo spingi cuticole

Quante volte andando dall’estetista per una manicure o una pedicure abbiamo visto usare uno spingi cuticole non sapendo a cosa potesse servire?

Lo spingi cuticole è in genere un bastoncino con la punta curva che serve a spostare le cuticole indietro, e far uscire l’unghia nuova per rinforzarla. Sembra doloroso, strano ed invece non lo è. In commercio ci sono vari tipi di spingi cuticole, in genere hanno la punta tonda da un lato e una appuntita dall’altro. Possono essere sia di acciaio, che in legno e questi sono più adatti a mani delicate, con pelle morbida. Poi ci sono quelli che hanno entrambe le estremità a punta, o entrambi curva.

spingi cuticole

Come fare una manicure perfetta utilizzando lo spingi cuticole

Per fare un’ottima manicure è importante la prima fase ovvero la cura delle mani; bisogna passare un olio ammorbidente o per chi fosse in possesso una crema rimuovi cuticole che ha lo scopo di ammorbidire la pelle per evitare di spostare cuticole dure e causare ferite tagliandole. Infine immergere le mani per almeno 3 minuti in acqua tiepida ed asciugarle. La seconda fase sarà prendere lo spingi cuticole tondo e iniziare a spostare la pelle, alla fine usare la punta tagliente per eliminarle del tutto. Per trattare al meglio le tue unghie, alla fine sarebbe necessario usare un olio per cuticole, per ammorbidirle e coccolarle.

Consigli

Quando si usa lo spingi cuticole bisogna stare attenti a non spingerle troppo a fondo perché si potrebbe provocare un’infezione, curarle prima e dopo l’operazione può essere un toccasana. Se ci si prende cura delle mani più volte al mese, ripetendo l’operazione almeno ogni due settimane, la manicure sarà sicuramente impeccabile e non sarà necessario impiegare tanto tempo ogni volta che si tenta di farla. E’ importante avere anche una base sulla quale lavorare, quindi è consigliabile appoggiare la mano evitando di farla scivolare mentre si usa lo spingi cuticole per non farsi male.

Aspetta, c’è ancora qualcosa da leggere:

2 Commenti

Aggiungi una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *