INCI degli smalti – ingredienti più pericolosi, precauzioni e consigli

Ciao ragazze! Oggi vi scrivo questo articolo per informarvi su quali ingredienti i vostri smalti non dovrebbero mai contenere e come poterli usare anche se li contengono.

Innanzi tutto per delle informazioni più approfondite sulle sostanze nocive contentute negli smalti, vi rimando a questa discussione, dove potrete trovare tutto nel dettaglio.

Quali sono gli ingredienti nocivi che non dovrebbero mai essere contenuti nei nostri smalti?

Stiamo parlando di 4 ingredienti, infatti gli smalti senza questi ingredienti vengono chiamati 4-free. Vediamoli nel dettaglio:

  • Toluene: conosciuto anche come toluolo, è un liquido volatile quindi fa molto male se aspirato. E’ una sostanza nociva principalmente per nervi, reni e apparato respiratorio. Per legge può essere usato in concentrazione non superiore al 25%, quindi prestate attenzione alle etichette, perché non è illegale venderlo!
  • Canfora: nell’INCI appare come camphor, è presente anche nelle nostre normali spezie da cucina, tuttavia è pericolosa soprattutto per feti, neonati e bambini, le persone oltre i 55 anni e per coloro che ne assumono quantità superiori a quelle consigliate per lunghi periodi di tempo. Non esiste nessuna normativa in merito, nè per i cibi, nè per i cosmetici, tuttavia, soprattutto se siete in dolce attesa, prestate moltissima attenzione alle etichette!
  • DPB: ovvero Dibutil-Ftalati sono sostanze molto nocive che possono provocare danni al fegato, ai reni, ai polmoni ed allo sviluppo dei testicoli. Per questo motivo sono vietati dalla legge europea.
  • Formaldeide: nota anche come aldeide fòrmica, formalina o formolo, si può trovare negli smalti sia normale che sottoforma di resina (che è meno nociva dell’altra), nell’INCI la trovate come Formaldehyde o Formaldehyde Resin. E’ una sostanza cancerogena per la specie umana. Secondo la legge europea la formaldeide può essere utilizzata solo negli indurenti per unghie in concentrazione non superiore al 5%. Anche in questo caso dunque dovete prestare attenzione all’etichetta, in particolare se si tratta di smalti indurenti, ma a me è capitato di trovarla anche in smalti tradizionali.

Se i nostri smalti li contengono, dobbiamo smettere di usarli?

Se si tratta di DPB, sì, buttateli. Se si tratta di canfora, e siete incinta, non usateli. Dopo il periodo di allattamento però potrete tornare ad utilizzarli. Se non siete incinta invece non mi preoccuperei: dato che è presente anche in alcuni cibi, forse è inutile preoccuparsi per gli smalti.

Per quello che riguarda la formaldeide invece, se volete usarli dovete fare attenzione a non toccare in alcun modo la pelle, e se questo succede, dovete armarvi di penna correggi smalto, per rimuovere tutti i residui subito, in modo che la pelle non faccia in tempo ad assorbirla! Nei casi estremi utilizzate il fast remover, preferibilmente uno vecchio e adibito appositamente per lo scopo, dato che poi nella spugna rimarranno le sostanze che andrete a rimuovere dalla vostre pelle ed unghie. (Stessa accortezza applicatela alla penna correggi smalto).

Ad ogni modo io scosiglio di usare i base coat con formaldeide, e invece consiglio di usare un buon base coat protettivo quando utlizzate uno smalto che la contiene.

Per quello che riguarda il toluene, valgono gli stessi consigli della formaldeide, ma suggerisco fortemente anche di usare una mascherina su naso e bocca, per evitare di respirare questa sostanza così tossica, soprattutto se avete già patologie respiratorie (ad esempio io avendo l’asma, presto particolare attenzione a queste cose).

Questo è un esempio degli strumenti che vi consiglio di utilizzare:

Sostanzialmente il mio consiglio è di controllare molto bene le etichette, ed evitare di comprare smalti con queste sostanze, dato che ormai la maggior parte di quelli che offre il mercato ne sono privi. Se però li possedete già, oppure ve li regalano, mi raccomando, cercate di mettere in pratica questi consigli 😉

Infine quali smalti possedete che contengono queste sostanze? Scrivetelo nei commenti, in modo che ognuna di noi possa fare attenzione ai vari brand! 😉

Potrebbe interessarti anche:

12 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. O mio dio …. Non ho mai letto in vita mia gli ingredienti degli smalti!
    Bisogna stare sempre attenti a tutto in questo mondo…
    Non immagino cosa possono contenere quei smalti che vendono i cinesi a solo un euro e che le mamme comprano per le loro figlie appena adolescenti.

    • Guarda hai perfettamente ragione!!! Praticamente il pericolo è ovunque! Comunque la cosa più scandalosa è che non sempre prezzo elevato significa garanzia di fiducia, soprattutto in passato anche gli smalti costosi contenevano questi ingredienti! Ad ogni modo nessuno smalto low cost che possiedo ha ingredienti nocivi, mentre alcuni di quelli più costosi sì… ‘-.- o.O

    • Verissimo! Recentemente ho fatto una scoperta: le marche che sono vendute sia nei supermercati che nei drugstore (ad esempio Rimmel) hanno gli ingredienti riportati sulla confezione quando vengono venduti nei supermercati, (infatti se ci fai caso sono dentro confezioni con la plastica trasparente davanti, e col cartone con tutte le info dietro) e sfusi nei drugstore. Per questo motivo, i proprietari dei drugstore sono obbligati a tenere un libro con tutti gli INCI ben consultabile per i clienti! Se non lo fanno, è una loro mancanza, per legge dovrebbe esserci! 🙂

  2. Grazie dell’utile articolo Elrien,sai quanto questi temi a me stiano a cuore e l’informazione purtroppo non è mai abbastanza…Scoverò tutti gli smalti di mamma,amiche,cugine,etc..e segnalerò quelli che reputerò con ingredienti meno consigliabili!

    • Grazie a te per questa ricerca! Sisi so bene che queste cose ti interessano particolarmente, sono felice che ti sia piaciuto l’articolo! 😀

  3. Grazie mille Elrien…è stato molto interessante da leggere questo articolo. Conoscevo le sostanze nocive ma non sapevo quali erano gli effetti. Anche io controllerò gli smalti che possiedo e vi farò sapere : )

    • Nella discussione che ho linkato nell’articolo troverai la descrizione degli effetti ancora più dettagliata! 😉
      Spero che tu non abbia nessuno smalto con questi ingredienti, ma nel caso mi farebbe piacere sapere quali! 😉

  4. la nostra Elrien, se non ci fossero dovrebbero inventarla. Adesso, a freddo, non so dirti quali smalti possiedo che hanno questa robaccia, devo dare un’occhiata cmq! grazie :-*

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *