Cura del tatuaggio: consigli, rimedi e quali prodotti acquistare

Come prenderti cura del tuo nuovo tatuaggio in modo corretto? Cosa fare? Cosa non fare? Quali prodotti utilizzare? Leggi tutti i consigli nel post di oggi per evitare sbagli o rischiose infiammazioni.

La corretta cura del tatuaggio è un passaggio molto importante per preservare la bellezza del tuo nuovo disegno. Una procedura errata potrebbe portare infezioni, irritazioni e problematiche di vario genere, compromettendo il tatuaggio stesso.

Ascolta sempre le indicazioni del tuo tatuatore, evita situazioni poco professionali. Scegli solo studi specializzati e sicuri. I professionisti di buona qualità sanno cosa consigliarti a livello di creme e lozioni idratanti. Continua a leggere il post per scoprire quali sono i prodotti preferiti dai tatuatori, con dettagli e istruzioni per l’utilizzo.

Cura del tatuaggio
Prodotto specifico per la cura dei tatuaggi IG @blacktiger.tattoocare

Istruzioni per la cura del tatuaggio

Un nuovo tatuaggio è sempre un momento entusiasmante. Cerca di non scordare le buone regole di igiene, importanti tanto quanto la scelta e il posizionamento del tuo design. Anche se non vedi l’ora di mostrare a tutti il tuo nuovo tattoo, non saltare i passaggi “obbligati” che garantiscono una guarigione ottimale.

La cura del tatuaggio è semplice; ti basterà mantenere la pelle pulita, asciutta e lontanta dai raggi diretti del sole.

Rimozione della fasciatura

Una volta eseguito il disegno, il tatuatore applica uno strato di vaselina o crema antibatterica sulla tua pelle, coprendola con una benda o con un involucro di plastica trasparente. Questa procedura evita l’ingresso dei batteri e funge da barriera protettiva tra la pelle e gli indumenti, riducendo l’attrito e prevenendo le irritazioni.

Rimuovi questa fasciatura due/tre ore dopo, salvo diverse disposizioni del tatuatore. Alcuni professionisti consigliano di mantenere più a lungo la protezione. Lavati sempre con cura le mani prima di toccare il tatuaggio.

Lavaggio

Prima di toccarti la pelle, è fondamentale lavarti le mani strofinandole con del sapone neutro. Lava il tatuaggio con acqua tiepida, utilizzando un detergente antibatterico ipoallergenico e inodore.

Tampona la zona con un panno morbido per asciugare, oppure con un fazzoletto di carta, senza strofinare.

Idratazione

Una volta che la pelle è completamente asciutta, puoi idratarla. Utilizza una crema delicata e nutriente, come il burro di karité. Altre opzioni includono l’olio di cocco o altri oli vegetali. Chiedi sempre consiglio al tatuatore per evitare errori tipici del “fai-da-te”. Attenzione a non esagerare con gli unguenti, applica solo strati sottili.

Lascia respirare il tatuaggio

La pelle ha bisogno di respirare; occluderla produce l’effetto opposto. Anche se il tatuaggio appare arrossato e caldo al tatto, è importante tenerlo pulito, più volte al giorno, applicando la crema idratante e lasciandolo arieggiare.

Durante le prime fasi della guarigione, indossa abiti larghi e non sintetici, per evitare fastidiosi sfregamenti.

Evita l’esposizione al sole

Ecco alcune cose da non fare se hai un tatuaggio nuovo: non esporti al sole, non fare il bagno in mare o in piscina per diverse settimane. Indossa indumenti che possano coprire il tatuaggio, riparandolo dal sole.

Eventuali bruciature potrebbero causare le infezioni, allungando il processo di guarigione e danneggiando il tuo design. Una corretta cura del tatuaggio comprendo l’utilizzo della protezione solare anche a guarigione avvenuta.

Giorno 1

In questo momento il tuo tattoo è come una ferita aperta. Mantienilo pulito e asciutto. Idratalo senza esagerare ed evita i raggi del sole, l’acqua, il sudore. Meglio non fare un tatuaggio durante l’estate, poiché caldo e vestiti leggeri ostacolerebbero la guarigione. Molto probabilmente ora la tua pelle appare rossa e calda, è normale.

Giorno 2

La situazione appare ancora simile. Ripeti i passaggi sopra menzionati e segui le regole igieniche corrette. Durante il secondo giorno elimina l’utilizzo della benda, sempre chiedendo prima consiglio al tuo tatuatore.

Giorno 3

Durante questa fase, i tatuaggi più piccoli potrebbero apparire quasi guariti. Ma così non è! Continua a curare la zona mettendo in atto tutte le misure appropriate del caso per evitare fastidiose infezioni.

Seconda settimana

Ripeti tutti i passaggi previsti per la cura del tatuaggio fino a due settimane. In questa fase il gonfiore e il rossore dovrebbero alleviarsi o sparire del tutto. Compaiono le prime croste. Tutto nella norma. Non strapparle e sii molto delicato durante le fasi di pulizia. La rimozione forzata delle croste potrebbe portare via il colore sottostante, rovinando il disegno.

Terza settimana e e oltre

La guarigione è soggettiva, dipende dalla grandezza del tattoo, dal suo posizionamento e dalla tipologia di pelle. In generale, possiamo dire che dalla terza settimana in poi, la maggior parte delle croste è caduta, la ferita è rimarginata, il colore è fissato. A questo punto le infezioni sono rare. Continua però ad evitare i raggi del sole.

Creme per proteggere i tatuaggi dal sole
Fonte IG: @tattooloverscare California

Suggerimenti per la cura del tatuaggio

L’after care allontana il rischio di infezioni, ecco perché dovresti sempre metterla in pratica. Cosa fare? Cosa non fare? Ecco una breve guida che ti aiuterà a non sbagliare più!

Cosa fare:

  • Mantieni pulito il tattoo e lavalo regolarmente
  • Utilizza acqua tiepida e saponi privi di profumo per evitare le irritazioni
  • Tampona la pelle con un fazzoletto di carta dopo averla lavata. Attendi qualche minuto per assicurarti che sia completamente asciutta prima di applicare la crema idratante
  • Acquista un’ottima lozione per la cura del tatuaggio
  • Usa lenzuola pulite per prevenire infezioni o irritazioni

Cosa non fare:

  • Non grattare mai le croste e non graffiare la pelle, anche se avverti prurito
  • Non smettere di pulire e curare il tuo tatuaggio durante i primi periodi, anche se sembra guarito
  • Ricorda che i tatuaggi colorati e grandi richiedono più tempo per guarire; è importante non affrettare questo processo
  • Evita di immergere il tatuaggio nell’acqua (compresi mare, piscina e anche sauna)
  • Tienilo lontano dalla luce solare diretta. Usa la protezione solare anche a guarigione completata.

Potenziali effetti collaterali e complicazioni dei tatuaggi

Allergie

È possibile che si verifichi una reazione allergica all’inchiostro utilizzato per il tatuaggio. Il rosso è il pigmento più problematico. Solitamente i primi fastidi compaiono nel giro di qualche giorno. La reazione allergica si presenta come un’eruzione cutanea in rilievo, rossa e irregolare. La pelle prude, è gonfia e dolorosa. Consulta il medico per determinare il trattamento appropriato.

Se il tatuaggio è gonfio

È normale che il tattoo appaia rosso e leggermente gonfio dopo i primi giorni. Può risultare doloroso al tatto ed eventualmente trasudare un liquido limpido. Se tale condizione persiste oltre i tre giorni, applica un balsamo antinfiammatorio per lenire la pelle e ridurre il gonfiore. In caso di dubbi, chiama il dottore per un consulto immediato.

Croste e prurito

Le croste indicano che il tatuaggio sta guarendo. L’importante è non toglierle, per nessun motivo. Lascia che cadano da sole. Anche il prurito è un normale segno di guarigione; può perdurare per circa due settimane. Usa una crema idratante per lenire, non graffiarla.

Quando consultare il medico?

Se il tuo tatuaggio impiega molto tempo per guarire, appare infetto oppure emana cattivo odore, devi consultare il medico. Altri sintomi problematici includono febbre, gonfiore, eruzione cutanea persistente o gocciolamento eccessivo. Le infezioni trascurate possono avere gravi risvolti, presta massima attenzione!

Prodotti per la cura del tatuaggio

Ci sono molti prodotti sul mercato da utilizzare come lozioni post-disegno. Per non sbagliare, chiedi comunque consiglio al tuo tatuatore di fiducia.

Abbiamo comunque raccolto le scelte più popolari, eccole di seguito!

1 Balm Tattoo Delab

La crema “Balm Tattoo” di Delab è perfetta per le pelli sensibili o allergiche. Previene lo scolorimento, il prurito e il dolore. E’ a base di pantenolo (5%), ingrediente chiave per ricostruire la struttura della pelle danneggiata e ferita.

BALM TATTOO - Crema + Gel Detergente per Tatuaggi - Tattoo Aftercare

26,08
19,76
 in stock
Amazon.it
as of Set 28, 2022 21:04

2 TattooMed After Tattoo

Prodotto in Germania, è un trattamento intensivo per la cura del tatuaggio. La formula penetra in profondità e accelera la fase di guarigione. Contiene Dexpenolo (7%), che mantiene la pelle elastica e idratata. Il suo effetto antiprurito e lenitivo è ideale per il trattamento della cute appena tatuata.

TattooMed After Tattoo, Cura per pelli tatuate, confezione singola

12,90
12,50
 in stock
3 new from 12,50€
Spedizione gratis
Amazon.it
as of Set 28, 2022 21:04

3 Hustle Butter Deluxe (vegano)

E’ un prodotto al 100% biologico, privo di paraffina. Il burro unguento Hustle Deluxe è composto da karité, burro di mango e aloe vera. Idrata e nutre a fondo la pelle, permettendo una guarigione sicura durante l’after care del tatuaggio. La confezione include 3 vasetti da 30 g di burro Hustle Deluxe.

Hustle Butter Deluxe - Prodotto vegano per la cura di tatuaggi - Set da 3 barattoli

34,22  in stock
2 new from 32,99€
Spedizione gratis
Amazon.it
as of Set 28, 2022 21:04

4 Tattoo Defender Ink Revitalizer

E’ un’emulsione idratante specifica per le pelli tatuate; ha una texture morbida e delicata, a base di vitamina E, antiossidanti e acido ialuronico. Lascia la cute piacevolmente idratata, luminosa ed elastica. E’ ricca di sostanze naturali, adatte alle pelli più sensibili. Si può utilizzare anche su vecchi tatuaggi per renderli più brillanti e vividi. Prodotto made in Italy.

Tattoo Defender Ink Revitalizer

19,90  in stock
6 new from 19,90€
Spedizione gratis
Amazon.it
as of Set 28, 2022 21:04
cura tatuaggi 01
Autore: IG @tattoocare_cz

Domande frequenti

Cosa non dovresti fare dopo un tatuaggio?

Prenderti cura del nuovo tattoo è essenziale per prevenire infezioni e irritazioni. Mantienilo pulito, asciutto e idratato. Alcune parti del corpo guariscono più velocemente di altre, non avere mai fretta. È normale avvertire lievi disagi nei giorni successivi alla procedura. Anche croste e prurito sono nella norma. Se l’area risulta molto gonfia, trasuda liquido in eccesso o manifesta reazioni allergiche, è necessario contattare il medico.

Quanto tempo dopo devi applicare la crema?

Rimuovi la fasciatura protettiva circa tre ore dopo. A questo punto lava il tatuaggio con acqua tiepida e asciugalo tamponandolo delicatamente. Quando la pelle è completamente asciutta, puoi applicare la crema idratante. A seconda delle dimensioni del tuo disegno, il tatuatore potrebbe consigliarti di attendere più a lungo prima di rimuovere la benda (fino a 48 ore).

Quanto tempo devi aspettare prima di fare la doccia?

Puoi lavare il tatuaggio con acqua tiepida dopo aver rimosso la benda. Evita però di immergerlo direttamente, facendo il bagno nel mare o in piscina, oppure restando a lungo nella vasca da bagno. Non strofinare la zona con la spugna e lasciala a contatto con l’acqua il meno possibile.

Ora sai tutto ciò che devi fare per prenderti cura del tatuaggio nel miglior modo possibile. Non è difficile, basta solo un po’ di pazienza e in men che non si dica potrai sfoggiare il tuo nuovo bellissimo disegno!


Potrebbe interessarti anche:

Un Commento

Aggiungi una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.