Spugnetta di Konjac: A cosa serve e quale scegliere

Hai mai sentito parlare dell spugna di konjac? Ebbene si, parliamo proprio della pianta asiatica appartenente al genere Amorphophallus, nativa della zona subtropicale orientale asiatica.

Non serve esclusivamente per produrre gustosi noodles, è anche un favoloso trattamento per il viso! Come utilizzare la spugna konjac per ottenere il massimo dai suoi benefici?

Cos’è esattamente la Spugna Konjac?

La spugna konjac è sempre più popolare tra le beauty addicted,  è utile per purificare, esfoliare e nutrire la pelle in modo naturale. Non ne hai masi sentito parlare? Continua a leggere l’articolo per conoscerla meglio!

Avrai forse già visto quelle piccole spugne tonde e colorate posizionate sugli scaffali del tuo negozio preferito, ma non sapevi bene cosa fossero. Le spugne Konjac sono ricavate dalla radice essiccata e macinata del konjac, pianta originaria dell’Asia. Le culture asiatiche utilizzano questa radice da oltre 2000 anni, le spugne konjac spopolano tra gli abitanti della nazione da più di 100 anni.

Il processo di creazione della spugna è abbastanza semplice: la polvere di Konjac viene miscelata con idrossido di calcio, riscaldata, congelata e quindi asciugata. Il calcio produce un prodotto finale alcalino, che aiuta a bilanciare un pH cutaneo eccessivamente acido. A volte viene inoltre aggiunto carbone di legna in polvere, argilla verde o argilla rossa, così da accontentare ogni tipo di pelle. Queste spugne liberano efficacemente il viso dalle impurità.

Spugna Konjac

Perché una spugna Konjac funziona?

Se apprezzi i benefici del body brushing, conoscerai certamente la sua capacità di aumentare la circolazione, esfoliare e purificare i pori. Una spugna konjac funziona proprio come la spazzolatura del corpo, progettata però per il tuo viso. Si rivela estremamente utile in caso di acne, punti neri ed eczema.

Il Konjac nutre naturalmente la pelle tramite le vitamine A, B, C, D ed E, di cui è ricco. Possiede inoltre proteine, lipidi, acidi grassi, rame, zinco, ferro e magnesio. Questo meraviglioso vegetale include persino efficaci antiossidanti; in antichità veniva utilizzato per sopprimere i tumori. A differenza di altri esfolianti che danneggiano l’ambiente, il konjac è completamente naturale, non tossico e biodegradabile (non sono necessarie microsfere di plastica esfolianti, spesso dannose per l’ambiente).

Questa magica spugna possiede notevoli proprietà di pulizia e detersione, con l’aggiunta di semplice acqua. La ricerca mostra che il konjac inibisce i batteri responsabili della temuta acne.

I set di spugnette konjac più venduti ed apprezzati (vedi recensioni)

Quale colore scegliere?

Esistono diverse spugne colorate, non si tratta di un puro fattore estetico!

  • Le spugnette konjac color grigio scuro sono infuse con carbone di Bamboo; risultano perfette per la pelle con tendenza acneica.
  • Le spugne rosse o rosa sono arricchite da argilla francese, adatta per pelli sensibili, mature o asciutte.
  • Le spugne verdi includono solitamente argilla verde, ricca di benefici disintossicanti, che assorbono il sebo in eccesso.
  • Assicurati di controllare che le spugne colorate siano prive di colori artificiali o altri ingredienti poco desiderabili. In caso di dubbio, anche le semplici spugne konjac bianche funzionano meravigliosamente per migliorare la salute della pelle.

Come si riconosce una spugna Konjac?

Sono più sottili delle salviette e più morbide delle luffa o di altri esfolianti studiati per il viso. Sulla superficie della spugna si forma una barriera d’acqua che la rende molto liscia (quasi viscida), ma in senso positivo. La texture si avvicina alle tipiche spugne bianche.

Migliori spazzole per esfoliare e spugnetta Konjac inclusa con oltre 70 recensioni positive:

Come utilizzare la spugna di Konjac?

Quando avrai a che fare con questa spugna per la prima volta, noterai le sue dimensioni ridotte, dalla consistenza piuttosto dura. Immergila quindi in acqua tiepida per 15 minuti prima del suo utilizzo. Le volte seguenti sarà sufficiente porla in ammollo per un minuto o due, così che possa espandersi divenendo soffice.

Spremi delicatamente l’acqua in eccesso, schiacciando delicatamente la spugna tra i palmi delle mani. Applica una piccola quantità di detergente (se lo desideri) o utilizzala da sola.
Strofina la spugna konjac sul viso con movimenti circolari, direzionati verso l’alto. Concentrati sulle aree asciutte e sui punti neri. Si tratta di un esfoliante delicato, non è necessario agire con forza, non lasciarti ingannare dalla superficie morbida. Queste spugne rimuovono lo sporco, la protezione solare e persino il trucco!

Per rimuover il make up intenso degli occhi, potrebbe risultare utile addizionare l’olio di cocco.
Risciacquala con cura utilizzando acqua fredda; spremila delicatamente per rimuovere i liquidi in eccesso, premendo la spugna tra i palmi. Attenzione! Non torcere, strizzare o tirare.

Appendila e lasciala asciugare all’aria; in alternativa, potrai conservare la spugna in un contenitore sigillato nel tuo frigorifero. Assicurati di tenerla lontano dalla luce e dall’umidità (evita di posizionarla di fianco alla doccia fumante).

Spugna di konjac di brand autorevoli.

Come prendersi cura di una spugna Konjac?

Immergi la spugna in acqua molto calda (ma non bollente) ogni 2 settimane, per circa 5 minuti. Sarà utile per disinfettarla. Sostituiscila con una nuova dopo circa 6 settimane. Come capire quando la spugna non è più “buona”? Osservala; se non aumenta di dimensioni una volta immersa in acqua, è ora di gettarla.

Qual’è il tuo metodo preferito per detergere la pelle del viso? Hai mai utilizzato la spugna konjac?

Patrizia


Potrebbe interessarti anche:

12 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Grazie mille per la chicca!
    Non sapevo dell’esistenza di queste spugnette, provero’ sicuramente quella verde all’argilla visto che ho la pelle grassa.
    Sono troppo curiosa dell’effetto, domani correro’ a comprarla.

  2. Che articolo attraente, stavo rischiando di perderlo perchè devo fare ancora l’abitudine a questa nuova veste grafica:-))))Ho sempre trovato affascinanti le Konjac, ma non mi sono ancora avventurata nell’acquisto per timore che persino quelle più delicate per pelli sensibili possano creare fastidi ai miei capillari fragili…non a caso posso utilizzare solo esfolianti moooolto delicati….Chissà, magari prima o poi provo!;-)

  3. non ho mai utilizzato una spugna konjac però mi piacerebbe provarla, o la verde o la grigio scuro che sarebbero adatte alle mie problematiche

  4. non ho usato la konjac ma il guantino in microfibra con ioni di argento.. comunque prima o poi prendo la konjac rossa o rosa.. bella recensione!!

  5. wow non conoscevo assolutamente le proprietà di questa spugna…e pensare che per me erano quasi tutte uguali! Spero di poterla provare, grazie per l’articolo mi ha davvero incuriosito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.