Cos’è la certificazione ICEA nei prodotti Bio?

Sentiamo spesso parlare di cosmetici biologici, certificazioni e ingredienti naturali. Conosciamo veramente il significato di questi termini? Cos’è la certificazione ICEA nei prodotti Bio?

Partiamo dal principio; ICEA è la sigla utilizzata per indicare l‘Istituto di Certificazione Etica e Ambientale. La certificazione ICEA è la più utilizzata nella bio-cosmesi italiana, offre al consumatore notevoli garanzie in fatto di affidabilità e naturalezza. L’istituto italiano monitora circa 13000 aziende nazionali ed internazionali, suddivise in diversi settori, ovvero prodotti Food alimentari (agroalimentare biologico e acquacoltura biologica) e Non Food (cioè settori tessili, cosmetici, detergenti, riciclo, turismo eco sostenibile, paesaggi urbani, materiali per la bio edilizia, gestione spazi verdi, bio-liquidi e bio-carburi). Le Strutture Operative Territoriali sono ben 28 e si avvalgono dell’aiuto di 300 tecnici del settore.  Il consorzio è tra i più importanti in Europa, lotta e sostiene da anni lo sviluppo equo-socio sostenibile, sviluppandosi nell’agricoltura biologica e toccando tutte le sue diramazioni. La prima certificazione ufficiale eco bio cosmetica comparve sui cosmetici ben 14 anni fa, nella primavera del 2002.

Cos’è la certificazione ICEA nei prodotti Bio

Cosa garantisce la certificazione? Acquistare un cosmetico approvato ICEA significa:

  • Avere un prodotto privo di sostanze potenzialmente dannose per l’uomo, gli animali e l’ambiente
  • Possedere un cosmetico sottoposto a severi controlli sul prodotto finito e sugli ingredienti in esso contenuti
  • Garantire formulazioni naturali e sicure, adatte anche a pelli sensibili grazie alla loro purezza e dermo-compatibilità, controllata da scrupolosi test dermatologici e microbiologici.

Che requisiti deve possedere il cosmetico per ottenere la certificazione ICEA?

Sono necessarie numerose qualità per poter ottenere l’esito positivo: il processo produttivo deve risultare idoneo ed ecologico, le analisi effettuate sul prodotto finito o in lavorazione sono severe e scrupolose, le formulazioni posseggono parametri di idoneità specifici, non devono infatti contenere alcun ingrediente nocivo o aggressivo per l’uomo o l’ambiente (la lista di sostanze vietate occupa ben 340 pagine di manuale, bandito l’impiego di OGM e l’uso di radiazioni ionizzanti).

Spesso le etichette cosmetiche riportano diciture come: “Naturale” o “Con ingredienti naturali”. Ciò non è sufficiente per garantire un acquisto sicuro. ICEA approva esclusivamente cosmetici eco-biologici. La certificazione possiede un prezzo; ecco perché i cosmetici bio posseggono un costo talvolta più elevato. D’altronde, proteggere noi stessi e il pianeta, giustifica la spesa.

ICEA si occupa inoltre di ricerca e sviluppo per promuovere l’ecologia in favore a processi produttivi nel rispetto e conservazione dell’ambiente. Numerose sono le proposte di formazione dedicate a professionisti e tecnici del settore; il consorzio risulta infatti attivo in molti progetti di Cooperazione internazionale e nazionale.

Gli ingredienti contenuti nei cosmetici certificati ICEA assicurano la rintracciabilità delle materie prime utilizzate, a tutela del consumatore. Il certificato di conformità rilasciato è unico e riconosciuto.

Come riconoscere un cosmetico ICEA?

La certificazione ICEA nei prodotti Bio è facilmente individuabile grazie al marchio presente sulle confezioni. Solitamente posizionato in prossimità dell’Inci e vicino ad altre eventuali diciture, il marchio del consorzio è verde, decorato da foglie e riporta chiaramente la scritta: “Istituto Certificazione Etica Ambientale”. Il marchio è un requisito fondamentale.

L’elenco completo delle aziende e dei cosmetici certificati con relative composizioni, è consultabile al sito Icea: www.icea.info

Patrizia

Potrebbe interessarti anche:

18 Comments

Leave a Reply
  1. Io e Icea andiamo a nozze!:-))) A parte gli scherzi, come giustamente scrivi, è l’ente che in Italia va per la maggiore e, dato che comincio a praticarli bene o male quasi tutti, anche uno dei più rigorosi ed affidabili. Ecco perchè dico sempre che leggere le etichette è l’arma migliore per difenderci da eventuali fregature, ma il marchio Icea è già una buona garanzia di sicurezza!!Grazie Patrizia per aver parlato di un argomento che, come sai, mi sta molto a cuore!!

  2. Articolo interessante e chiaro! è giusto conoscere queste realtà (se posso così definirle) per apprezzarne a pieno l’operato 🙂

  3. Ho letto con grande interesse questo articolo perché ammetto che non conoscevo dettagliatamente tutto il lavoro e l’impegno che ci sono dietro alla certificazione ICEA. Come sempre ti ringrazio per gli ottimi articoli che ci proponi : )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.