Come pulire il Gua Sha e gli accessori per il massaggio facciale

Il massaggio gua sha migliora la circolazione del sangue e crea un effetto tensore su tutto il viso. Impara a detergere correttamente lo strumento per evitare che i batteri causino irritazioni e rossori sulla tua pelle.

Detergere i pennelli per il make up è fondamentale per la salute della pelle; è cosa risaputa. La pulizia degli accessori di bellezza è altrettanto importante. Quante volte hai pulito e disinfettato i rulli per il viso, le spugnette e il tuo prezioso strumento di bellezza Gua Sha ultimamente?

Forse non molto spesso, oppure per nulla. Indovinato? La logica che sta alla base del perché dovresti farlo, è semplice: “Useresti un asciugamano sporco sul tuo corpo più e più volte?”. Ovviamente no! I batteri possono accumularsi ovunque, anche sul gua sha e causare sfoghi e irritazioni della pelle.

Se desideri evitare antipatiche infezioni cutanee, continua a leggere il post per scoprire i metodi migliori per pulire i tuoi strumenti per il massaggio gua sha, come in un vero istituto di bellezza.

Come pulire il Gua Sha

1. Lava con cura i tuoi strumenti

Il modo più semplice per lavare il tuo gua sha è farlo con l’utilizzo delle mani. Come? Inumidiscile con acqua tiepida e versa del sapone sulle dita. Crea una schiuma soffice e applicala sul gua sha bagnato per 30 secondi. Sciacqua con acqua tiepida e asciuga lo strumento con un panno morbido: la microfibra è ottima.

Presta attenzione, la schiuma rende scivoloso l’accessorio! La maggior parte delle pietre lucidate di gua sha scivolano facilmente dalle mani; maneggiale con cura per non farle cadere a terra.

2. Immergi in acqua il gua sha

Se hai un po’ più di tempo a disposizione, il metodo migliore (e più sicuro) per pulire il tuo strumento gua sha è immergerlo in una ciotola di acqua calda con un po’ di sapone. Scegline uno liquido, antibatterico per le mani .

In alternativa, puoi anche utilizzare il tuo detergente viso abituale, se preferisci qualcosa di più delicato.

3. Usa uno spazzolino sugli angoli

Molti accessori gua sha presentano bordi curvi, altri dentellati, simili ad un pettine. In questo caso, utilizza uno spazzolino per pulire bene tutti gli spazi, anche i più piccoli.

E’ proprio in questi punti che si accumulano sporcizia, residui di make up, cellule morte e, di conseguenza, batteri.

4. Impara a conoscere il materiale

Sai di cosa è fatto il tuo strumento? La risposta a questa domanda gioca un ruolo fondamentale per pulire il gua sha correttamente. Più il materiale è poroso, più spesso devi detergerlo. Alcune pietre di buona qualità, come la giada e il quarzo rosa, non lo sono molto (ti puoi permettere un lavaggio in meno!).

Oltre a richiedere detersioni meno frequenti, le pietre più lisce offrono una maggiore scorrevolezza. Cosa significa? I prodotti applicati vengono assorbiti dalla pelle, piuttosto che da strumenti composti da materiali porosi. I gua sha in legno, per esempio, sono i più difficili da pulire.

Se ne possiedi uno, lubrificalo dopo ogni lavaggio, come faresti con un buon tagliere di legno; in caso contrario, il gua sha alla fine si spezzerà.

5. Risciacqua il gua sha ogni giorno

Anche se il materiale di cui è composto il tuo gua sha è poco poroso, pratica una pulizia regolare, dopo ogni utilizzo sarebbe l’ideale (se possibile). Lasciare sporco e residui di make up a lungo sullo strumento, provocherebbe la formazione di batteri potenzialmente irritanti per la pelle del viso.

Basta una sciacquata veloce con acqua e sapone, pochi secondi di tempo per avere sempre a disposizione uno strumento sicuro e protetto.

6. Spruzza un pò di alcol

Soffri di acne e temi che i batteri possano peggiorare la tua situazione? Non correre rischi e aggiungi un po’ di alcol nella routine igienizzante. Se desideri raggiungere il livello massimo di pulizia, spruzza il disinfettante alcolico sul gua sha dopo la detersione tradizionale, aspettando che sia asciutto.

In questo modo eliminerai qualsiasi batterio indesiderato presente sul tuo strumento per massaggio facciale preferito.

Come pulire il gua sha? Altre cose che devi sapere

Gli strumenti gua sha non sono accessori “nuovi” per la cura della pelle. Sono ben radicati nella medicina tradizionale cinese e risalgono a migliaia di anni fa. Cosa fanno? Sostanzialmente migliorano la circolazione del sangue nell’area trattata; possono usarli sia uomini che donne.

Ultimamente hanno conquistato molta popolarità grazie alla loro funzione di lifting facciale. In realtà il gua sha può essere utilizzato anche sul corpo, semplicemente scegliendo un tipo di strumento diverso.

A seconda dell’area che stai trattando, le dimensioni e il materiale dello strumento possono variare. Il gua sha facciale è molto delicato ed è sicuro da fare anche a casa. Quello medico (o corporeo), tipicamente usato in combinazione con l’agopuntura, è una terapia utile per trattare una vasta gamma di disturbi: dolore fisico (soprattutto quello acuto e fisso), influenza o bronchite ed emicrania. In questo caso, è decisamente meglio lasciare la pratica del gua sgha ai professionisti.

Conosci già questo antico trattamento di bellezza? L’hai mai usato? Ti aspettiamo nei commenti per sapere cosa ne pensi!


Abbiamo provato per voi il Gua Sha, i 5 migliori, recensione e come si usa.

Potrebbe interessarti anche:

2 Comments

Leave a Reply
  1. Ho il rullo di giada che però non ho ancora iniziato ad utilizzare.
    Una pulizia corretta per gli accessori make up e skincare è fondamentale, perfettamente d’accordo! Passiamo del tempo dedicando attenzioni al nostro viso con più e più prodotti, non possiamo dimenticarci poi di pulire pennelli blender ed accessori…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.