Acido Ialuronico, impariamo a conoscerlo: cos’è, a cosa serve e tutti gli utilizzi

Acido ialuronico, elisir di eterna giovinezza. Così dicono le milioni di donne che lo usano per trattare rughe e segni del tempo sulla pelle matura, ritenendo i risultati ottenuti più che soddisfacenti.

E se in dermatologia è ormai esplosa la mania dei fillers labbra, da non sottovalutare sono gli altri utilizzi: viso, articolazioni, smagliature, cicatrici, nessuno è escluso dal prodigioso effetto dato da questo potente cementante naturale. In questo articolo ti spieghiamo cos’è e come si usa, quando usarlo e in quali trattamenti trovarlo.

Cos’è e a cosa serve

Sostanza prodotta naturalmente dal nostro organismo, l’acido ialuronico è un componente fondamentale del derma che dona alla pelle la resistenza e il mantenimento che la caratterizzano. Questo glicosamminoglicano non solforato possiede un’elevata polarità che gli garantisce una completa solubilità in acqua.

A causa della sua scarsa compatibilità con i tessuti idrofobici, in ambito cosmetico viene impiegato sotto forma di Sodio Ialuronato, convertito in forma salina con pH adattato per l’idrosolubilità. Grazie a queste importanti caratteristiche,  l’acido ialuronico viene considerato un cementante naturale poiché conferisce alla pelle un’idratazione costante e completa.

Acido Ialuronico

Le sue funzioni sono molteplici:

  • Nutre intensamente la cute, rendendola morbida e liscia;
  • Ripristina l’equilibrio cutaneo;
  • Rende la pelle più elastica;
  • Contrasta e previene la secchezza cutanea;
  • Previene l’invecchiamento cutaneo.

E’ dunque un prezioso elemento anti-aging, utilizzato in cosmesi per il trattamento di rughe, segni d’espressione ed inestetismi cutanei. Ma è altresì apprezzato in ambito medico per la sua efficacia su articolazioni, smagliature  e cicatrici, che attenua e cura.

Trattandosi di una sostanza naturale prodotta dal nostro organismo, la sua produzione è destinata ad esaurirsi con il passare del tempo. A partire dai 30 anni si assiste ad una graduale diminuzione delle scorte di acido ialuronico, motivo principale della comparsa delle prime rughe e della perdita di tono cutaneo.

I benefici

I benefici di questo acido sono molteplici, riguardano  tutto il corpo con particolare attenzione al viso e alle articolazioni. Più nello specifico, l’acido ialuronico è:

  • Protettivo, poiché protegge il derma da infiammazioni e batteri;
  • Idratante, in quanto costituisce una barriera cutanea che mantiene l’idratazione costante;
  • Distensivo, assicura elasticità ai tessuti;
  • Cicatrizzante;
  • Anti-infiammatorio.

La sua naturalezza lo rende completamente tollerabile dalla pelle sotto forma di cosmetici, compresse e fillers. Non crea fastidi, viene riassorbito dall’organismo ed è totalmente sicuro, salvo specifiche condizioni di cui parleremo più avanti.

Acido ialuronico: tutti gli utilizzi

Come usare l’acido ialuronico? La risposta può essere fornita solo partendo dalla base, conoscendo tutti gli impieghi di questo speciale acido molto simile all’acido glicolico.

Viene utilizzato infatti in campo medico e cosmetico, ritenuto un trattamento infallibile poiché:

  • Riduce e spiana rughe e segni d’espressione, colmando anche le zampe di gallina;
  • Cura piccole cicatrici;
  • Rende le labbra più carnose;
  • Rimpolpa gli zigomi;
  • Rimodella il volto;
  • Può aumentare il seno senza interventi chirurgici e dare nuova forma ai glutei.

Acido ialuronico viso

Acido ialuronico viso

La pelle del viso è la principale destinataria dei trattamenti, disponibili in una vasta gamma di opzioni che vanno dal filler alla comunissima crema idratante anti-age. Rughe e perdita di tono sono tra i primi problemi che attanagliano l’incarnato,  struttura che col tempo tende a piegarsi su sé stessa mostrandosi spenta e cadente.

Il filler è la soluzione più rapida ed efficace per migliorare l’aspetto della pelle matura, rendendola luminosa, compatta e naturalmente fresca. Ogni tipo di pelle esige un trattamento specifico, per questo è opportuno rivolgersi ad uno specialista per sapere quale soluzione fa al caso proprio.

Se invece preferisci un effetto idratante la soluzione migliore è una crema con sodio ialuronato. Si tratta di un composto caratterizzato da minime percentuali di acido ialuronico unite a collagene e altri elementi anti-ossidanti. Utilizzata con costanza assicura ottimi risultati, con miglioramenti visibili nel tempo e un effetto leggero e mai invasivo.

Oltre alle creme il mercato offre anche sieri e maschere, formulati per ridare tono alla pelle e migliorare l’incarnato. Innovativi anche i cosmetici di ultima generazione che al make up combinano la straordinaria efficacia dell’acido ialuronico.

Acido ialuronico labbra

Vuoi rendere le tue labbra più carnose? Valuta i fillers: rimpolpano, sono indolori e donano al sorriso rinnovata bellezza. Sono un must da anni e, dopo un primo periodo di limitata accessibilità, sono oggi disponibili anche per chi vuole un effetto pumpling naturale senza dolori.

Se invece non vuoi osare considera l’idea di rossetti e lipgloss con acido ialuronico, specifici per dare alle labbra un effetto volume del tutto estetico e superficiale.

Acido ialuronico labbra

Acido ialuronico ginocchio e articolazioni

Del liquido sinoviale è la parte più importante. Per questo è utile anche per il trattamento di patologie articolari come l’artrosi, per la quale sono indicate infiltrazioni di sodio ialuronato che riducono il dolore e lubrificano le articolazioni.

In questo caso la sua è una funzione prettamente ammortizzante. Riduce gli attriti tra le articolazioni e le protegge da urti, stress ed infiammazioni.

Trattamenti con acido ialuronico

Ogni trattamento è diverso e soggettivo. I risultati possono avere entità e durata differenti, con esiti più o meno soddisfacenti che dipendono da fattori come tipo di pelle, zona da trattare, qualità e quantità di acido utilizzato.

Importante è anche il peso molecolare dell’acido ialuronico che può essere:

  • Ad alto peso molecolare, specifico per trattare solo la parte superficiale del derma e indicato nei trattamenti con funzione prettamente idratante;
  • A basso peso molecolare, in grado di agire fino agli strati più profondi del derma e modellare l’intero equilibrio cutaneo, migliorando tono ed aspetto.

molecole acido ialuronico

In caso di rughe, cicatrici e smagliature da colmare la quantità di acido da utilizzare sarà minima. Se invece si vuole dare volume e rimpolpare glutei, seno, labbra e aree più vaste del corpo sarà necessaria una dose massiccia di acido per ottenere risultati soddisfacenti.

Filler acido ialuronico

I fillers sono iniezioni di acido ialuronico effettuate sottopelle con aghi sottilissimi per spianare, colmare e ridurre rughe, segni d’espressione e cicatrici. Ma non solo: danno volume a labbra, glutei e seno in maniera del tutto naturale senza ricorrere a nessun intervento chirurgico.

Vengono generalmente eseguiti in regime ambulatoriale, non sono dolorosi ma possono creare lievi fastidi localizzati. Per questo è opportuno sottoporsi ad una visita preliminare per individuare eventuali allergie e scegliere se sottoporsi al trattamento con anestesia locale.

Questi tipi di fillers sono caratterizzati da una parte di collagene, sono riassorbibili e biologici, dunque ben tollerati dalla cute. I risultati sono subito visibili ma temporanei. I fillers possono essere ad assorbimento:

  • Ultra rapido: ideali per piccoli segni d’espressione, zampe di gallina, rughette con effetto fino a 3 mesi;
  • Medio: effetto fino a 6 mesi;
  • Lento: specifici per labbra, zigomi e mento con durata fino ad un anno;
  • Ultra lento: consigliati per cicatrici, seno e glutei con durata fino a 2 anni.

filler acido ialuronico

Non vanno effettuati a casa ma in ambulatorio da specialisti del settore. Gli effetti sono temporanei, le sedute vanno ripetute tra i 3 e i 12 mesi. Il costo di ogni trattamento va dai 200 ai 600 euro.

Infiltrazioni acido ialuronico

In ambito medico le infiltrazioni sono indicate nel trattamento dell’artrosi. Dagli anni ’70 l’uso delle infiltrazioni di sodio ialuronato per il ginocchio è considerato un’ottima terapia per ridurre il dolore, migliorare la mobilità articolare e prevenire il deterioramento cartilagineo.

Vanno effettuate per tre settimane. Il costo di tre infiltrazioni è di 180 euro.

Crema con acido ialuronico

In cosmesi è diffuso l’utilizzo dell’acido per la produzione di creme idratanti e prodotti specifici anti-age per la skin care quotidiana. Dalla versione low cost a quella luxury, la crema rende la pelle matura più elastica e liscia, oltre che perfettamente idratata.

Una buona crema all’acido ialuronico deve:

  • Contrastare la secchezza cutanea;
  • Rendere la pelle liscia, elastica e morbida;
  • Nutrire intensamente;
  • Prevenire la comparsa delle rughe.
  • Ringiovanire la pelle;
  • Rimpolpare.

L’efficacia è garantita solo con un’applicazione costante e prolungata nel tempo. Ovviamente non aspettarti miracoli: l’acido ialuronico idrolizzato contenuto in queste formulazioni è un ottimo idratante come lo è un comune cosmetico alla bava di lumaca ma gli effetti sono comunque blandi rispetto ad un trattamento in ambulatorio.

Compresse di acido ialuronico

Formulate per migliorare pelle, vista e mobilità delle articolazioni, le compresse non sono altro che integratori prodotti per fermentazione batterica. Il loro consumo si è diffuso soltanto negli ultimi anni grazie ad alcuni esperimenti che ne hanno confermato la corretta assimilazione da parte dell’organismo.

Gli integratori vanno utilizzati per ringiovanire la pelle mantenendone alti i livelli di idratazione, migliorare la vista e consentire alle articolazioni di mantenersi in perfetta forma anche con il passare degli anni. Dosi e tipologia di compresse variano in base alla necessità e devono essere assunte per brevi periodi.

Dove comprare

In farmacia trovi prodotti a base di acido ialuronico, arricchiti da altri elementi naturali con funzione anti-ossidante e idratante. In alternativa puoi acquistare l’acido ialuronico puro, un composto che ti permette di migliorare creme, gel, sieri e persino fondotinta e bbcream con questo magnifico elemento naturale.

Puoi in alternativa trovarli presso le migliori erboristerie e sui migliori siti e-commerce come Amazon.

Controindicazioni ed effetti collaterali acido ialuronico

Sulla carta le controindicazioni sono praticamente nulle. Parliamo pur sempre di una sostanza naturale completamente riassorbibile dall’organismo umano, per questo è opportuno ripetere costantemente i trattamenti per mantenere i risultati intatti nel tempo.

Ciò nonostante è possibile osservare la comparsa di edemi, rossori, irritazioni ed ecchimosi dopo un trattamento, soprattutto se si è soggetti delicati o allergici. Tali fastidi si risolvono spontaneamente nel giro di qualche giorno.

I trattamenti non vanno invece effettuati in caso di:

  • Allergie;
  • Gravidanza;
  • Allattamento;
  • Malattie cutanee;
  • Patologie autoimmuni.

Per mantenere i risultati di ogni singolo trattamento è  bene ricordarsi di adottare uno stile di vita sano ed equilibrato, evitando stress, traumi, alcool e fumo. Applicare sempre prodotti anti-age, idratanti e anti-ossidanti costituisce un perno fondamentale per avere una pelle sempre bella e giovane.

E’ consigliabile non esagerare con i trattamenti, soprattutto quelli in ambulatorio. A lunga andare i fillers possono essere la causa principale di una cessata produzione di acido ialuronico da parte dell’organismo che, ormai assuefatto da massicce dosi di acido iniettato dall’esterno, smette di produrre naturalmente la sostanza. Il risultato è una pelle superficialmente giovane ma biologicamente più vecchia.

In conclusione

La scienza ha fatto passi da giganti con progressi che oggi ci permettono di attingere da sostanze naturali anche quando non siamo più in grado di produrle. L’idea di eterna giovinezza non è più un’utopia e chiunque può avere una pelle tonica e radiosa in qualsiasi momento dell’anno.

Tu cosa ne pensi? Sei favorevole a questi trattamenti o preferisci che il tempo faccia il suo corso? Se l’articolo ti è stato utile lasciaci un commento: siamo curiosi di sapere la tua sull’argomento! 


Potrebbe interessarti anche:

8 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Articolo davvero interessante. Ho appreso qualche nozione in più su questo elemento… Ahimè, io ho l’età giusta per utilizzarlo, anche se a 45 anni suonati, non ho ancora nessuna riga o zampe di gallina… So di essere fortunata… Però sto iniziando ad usare l’acido ialuronico nelle creme che lo contengono. Non sapevo che si potesse comprare puro e “mescolarlo” alle comuni creme, ottima notizia!

  2. è chiaro che se potessimo sono certa che nessuna di noi vorrebbe vedere sul suo viso e corpo i segni del tempo che passa, quindi non sono contro questi trattamenti sinceramente. come sempre i tuoi articoli sono interessantissimi, grazie cara x la bella lettura anche stavolta

  3. Grazie davvero interessante. Per ora visto la mia età è troppo presto per usarlo (credo) ma qual che nozione in più non fa male.

  4. Anche nel mio caso finora l’esperienza è limitata all’ingrediente contenuto in creme e trattamenti!Interessantissimo articolo di approfondimento, grazie mille!*-*

  5. Anch’io lo uso unicamente in creme. Non sono contraria al filler, ma credo che non lo farei su di me, almeno per ora.

  6. 😀 io sono totalmente fissata con acido ialuronico, peptidi, collagene e cose del genere.. li uso sempre.. ma niente iniezioni, quelle mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *