9 errori quotidiani che rovinano la nostra pelle

Avere una pelle perfetta è sicuramente un sogno che la maggior parte di noi non riesce a realizzare. Brufoletti, irritazioni, secchezza e lucidità sono i problemi che attanagliano sopratutto le giovani, mentre andando avanti con l’età le rughe sembrano costituire il principale problema epidermico.

C’è da dire, però, che ognuno di noi mette i propri mezzi, spesso inconsciamente, per sciupare la pelle del viso e del corpo: è per questo che oggi vorrei mostrarvi quali sono i:

9 errori quotidiani che rovinano la nostra pelle.

1) Cattiva cura della pelle.

Conoscere il proprio tipo di pelle e le patologie delle quali si è affetti è il primo passo per migliorare e guarire. Gli adolescenti, ad esempio, devono utilizzare dei prodotti specifici, adatti ai propri problemi epidermici. Una volta cresciuti, invece, bisogna necessariamente cambiare skincare, assecondando il cambiamento della propria pelle. Chi ha la pelle grassa in gioventù, può anche averla secca o mista in maturità o viceversa, non bisogna mai smettere di osservare la propria pelle quotidianamente.

errori Beauty

2) Il telefono.

Sembrerà strano, ma l’utilizzo quotidiano del telefono può rovinare la pelle. Il cellulare, infatti, è un accumulo costante di batteri, in quanto è esposto continuamente all’aria aperta e viene toccato da tutti. Appoggiare il proprio viso al cellulare sporco non è sicuramente una mossa intelligente per mantenere la propria pelle sana. Oltre al viso, infatti, bisognerebbe pulire quotidianamente il proprio dispositivo mobile.

3) Non lavarsi dopo l’allenamento.

“Non mi alleno con il viso e lì non sudo” è una frase che molte persone si ripetono una volta concluso l’allenamento. Anche se non si suda, in base al tipo di allenamento, è bene comunque mantenere una perfetta igiene dopo essersi esercitati in palestra. Attrezzi, tovaglie e l’aria stessa contengono, infatti, moltissimi batteri che si attaccano alla pelle ostruendone i pori e impedendole di respirare. Rinfrescarsi e spalmare una crema idratante sarebbe l’ideale post allenamento da non trascurare mai, per evitare l’insorgenza di macchie, brufoli e punti neri.

4) Non pulire i pennelli e le spugne da make up.

Quando ci si occupa di skincare è bene anche pulire i pennelli e le spugne da make up. Il trucco e le polveri, depositati all’interno delle setole e delle fibre, possono causare brufoli e comedoni davvero fastidiosi e difficili da eliminare. L’ideale sarebbe sciacquare e lavare con il sapone o con altri prodotti specifici i propri pennelli e le spugne, in modo da garantire alla nostra pelle una perfetta igiene anche da questo punto di vista.

5) Il telecomando.

Il telecomando, come altri oggetti che vengono toccati da tutti con le mani sporche, è fonte di batteri e di germi che possono irritare la pelle. Il passaggio dalle mani al viso è diretto e può portare la pelle a diventare rossa e comedogenica. E’ bene pulire il telecomando almeno una volta a settimana con salviettine imbevute o con altri prodotti specifici, che ne eliminino i batteri e i germi.

6) Toccarsi la pelle costantemente.

La maggior parte delle persone ha l’abitudine di toccarsi il viso con le mani sporche o addirittura di spremere i brufoli senza ritegno in qualsiasi luogo ci si trovi. Questa azione è sicuramente quella che tende a peggiorare di più la pelle, portandola ad aumentare la secrezione di sebo e favorendo il contagio tra i brufoli stessi. Bisogna scegliere i momenti durante i quali, ad esempio, far uscire i propri punti neri, lavando in precedenza le mani con cura e recandosi in luoghi al chiuso privi di polvere.

7) Lavare il viso con il sapone.

Il sapone di Marsiglia e quello allo zolfo sono tra quelli più utilizzati per la cura del viso. Questi sono sempre, però, un cumulo di batteri che irritano la nostra pelle favorendo l’insorgenza di brufoli e arrossamenti. Bisogna, quindi, favorire il sapone liquido e i detergenti e sopratutto possedere i propri personali sanitari per la cura della pelle.

8) Cattiva depilazione del viso.

Sia essa epilazione o depilazione, sicuramente tende a irritare la pelle se non svolta in ambienti sterili e con aggeggi puliti e privi di batteri. La ceretta, ad esempio, tende in ogni caso ad arrossare e a screpolare la pelle sopratutto quando ci si ritrova dei pori sollevati; la lametta è la peggiore arma contro la nostra pelle, in quanto è un accumulo costante di batteri, che può provocare anche tagli.

9) La federa sporca.

Assolutamente sottovalutata, ma importantissima, è la cura del proprio letto e in particolare della federa. Quando ci si strucca la sera, è impossibile rimuovere ogni residuo di make up, che tende a venire assorbito dalle lenzuola e dalle federe del proprio letto. Anche la federa, quindi, è colma di germi e di batteri, e per questo motivo deve essere cambiata almeno una volta a settimana, per evitare arrossamenti e irritazioni.

Aspetta c’è ancora qualcosa da leggere:

9 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Pulisco e disinfetto sempre telefono e telecomando, anche più di una volta al giorno, sono un po’ fissata con queste cose ahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.