Ombretto Kiko Smart colour Eyeshadow: Pietra di Luna   

Non sono mai stata una grande fan della linea Smart di Kiko, nonostante abbia diverse cosucce appartenenti proprio a questa linea. Come ormai tutte sappiamo, a Novembre c’è stata la presentazione della nuova linea: nuova formula, nuovo packaging, nuovo prezzo. Ammetto che le due matite occhi e l’ombretto preso in occasione della promozione per l’entrata in negozio dei nuovi prodotti mi ha lasciato piacevolmente stupita.

Pietra di Luna ombretto Kiko

Da ormai tre mesi, infatti, la matita color burro e questo ombretto di cui mi accingo a parlare, sono miei compagni fidati nel make-up occhi ( e non solo, ops ).

L’ombretto in mio possesso è il 09 “Pietra di Luna”. Ha un PAO di 18 mesi e un costo di 2.50€

Ciò che l’azienda promette con questa nuova formulazione è un colore intenso ed uniforme, una texture cremosa e una ottima sfumabilità. La collezione Smart Eyeshadows si compone quindi di trentadue tonalità e quattro finish: matt, perlato, satin e frost. Il prodotto è inoltre oftalmologicamente testato.

Packaging: E’ molto essenziale, in plastica rigida non depottabile. E’ però molto pratica per i viaggi, avendo una buona ( ma non ottima, ahimè ) resistenza agli urti.
Il tappo trasparente permette di individuare subito il colore, lasciando intravedere la doppia K in rilievo, logo dell’azienda.

Texture: L’ombretto che ho io fa parte della linea “frost” e precisamente è un panna metallizzato dal sottotono freddo. Al tocco la polvere risulta molto morbida e setosa, con lo swatch ci si rende immediatamente conto di quanto sia burrosa e di quanto il fallout di microglitter e pigmenti sia praticamente zero.
La pigmentazione è molto buona e l’intensità modulabile. Il colore che ho io sfuma con facilità, ma è anche un colore chiaro ragion per cui è più semplice.

Swatch Ombretto Kiko Smart colour

swatch ombretto Pietra di Luna Kiko

Resa: Eccellente. Con una buona base dura anche parecchie ore. Adoro come cattura la luce nei punti in cui viene applicato e io lo uso proprio come illuminante. Occhi e zigomi. Sì, anche per gli zigomi ed è fenomenale, perché la versatilità data dalla modulazione è il punto forte. Si può ottenere un effetto naturale così come un effetto “abbagliante” che dura diverse ore.

ombretto Kiko come illuminante

INCI:

TALC, MICA, DIMETHICONE, TRIETHYLHEXANOIN, ZINC STEARATE, NYLON-12, SYNTHETIC FLUORPHLOGOPITE, CAPRYLYL GLYCOL, ETHYLHEXYLGLYCERIN, TIN OXIDE. +/- (MAY CONTAIN): CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), CI 77491 – CI 77492 – CI 77499 (IRON OXIDES), CI 77007 (ULTRAMARINES), CI 77510 (FERRIC AMMONIUM FERROCYANIDE, FERRIC FERROCYANIDE), CI 19140 (YELLOW 5 LAKE), CI 42090 (BLUE 1 LAKE).

Usandolo come illuminante nelle zone critiche non sono riuscita a trovare un vero e proprio difetto a questo ombretto. Credo però che come ombretto da stendere su tutta la palpebra non sia l’ideale a meno che non si voglia un effetto “vedo, non vedo” (ma questo vale per pelli chiare come le mie e che quindi hanno un fondo cadavere che si miscela perfettamente con l’ombretto). Effetto sublime come topcoat su altri ombretti.

Il mio voto per questo prodotto è un buon otto: economico (abbastanza), pratico e performante. Credo che la formulazione possa anche essere utilizzata da bagnata ma sconsiglio di usare il pennello bagnato direttamente sulla cialdina.

8

Valutazione complessiva

8.0/10

16 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Grazie della recensione! Io ho un ombretto di un colore molto simile e non avevo mai pensato di utilizzarlo come illuminante, per cui grazie della dritta! 😉

    • Attenta a considerare però due cose: Non deve essere assolutamente polveroso o disomogeneo e non deve contenere glitter o riflessi molto grossi, altrimenti si rischia di sembrare un alberello di Natale fuori periodo!

      • hahahahah proverò e se l effetto dovesse essere quello che dici tu, non lo userò mai più com’è illuminante! :)))

  2. Che colore e nome particolari 🙂 grazie di avercene parlato, ho trovato davvero interessante leggere di questo prodotto

  3. Il colore è davvero molto bello! Ottima l’idea di utilizzarlo anche come illuminante… Bella recensione 🙂

  4. Bello!!!! Complimenti per la recensione, si capisce che non hai scritto due righe a caso ma lo hai provato davvero 🙂

  5. Leggo sempre volentieri le tue recensioni perché vi si nota quel tocco di competenza e di abitudine all’utilizzo dei prodotti, per esempio sconsigli di passare il pennellino bagnato direttamente sulla cialdina che trovo sia un’utilissima precisazione. Anch’io non amo i prodotti occhi Kiko, nonostante le ottime recensioni che spesso leggo, ma dipende anche dalla mia veneranda età che mi fa cercare polveri micronizzate, però questo colore e la resa che hai descritto sono davvero validi poi ad un prezzo così contenuto.

    • Oh ti ringrazio tanto per i complimenti Lu, mi fa piacere sapere che apprezzi!
      Diciamo che sì, mi piace provare e studiare anche un po’ questo ambiente e chissà, farne un lavoro in laboratorio un domani.
      Detto ciò, a me dipende dai prodotti ma in generale non amo particolarmente, anche se sto notando migliorie non indifferenti nelle nuove formulazioni, anche i Velvet Matte ad esempio.

  6. Adoro gli ombretti luminosi sia da applicare su tutta la palpebra mobile, creando magari delle sfumature con un marroncino, che nell’angolo interno dell’occhio. Vedrò sicuramente questo da vicino non appena ho la possibilità di passare in negozio. Grazie mille 🙂

    • Te lo consiglio. E ti consiglio di vederlo alla luce del sole, passa da uno champagne freddo ad un silver puro a seconda della luce. Non é duochrome eh, é solo un gioco di perle microriflettenti e pigmenti.

  7. Decisamente versatile per molti aspetti…mi fa sorridere “il fondo cadavere che si miscela perfettamente con l’ombretto…”mi ci rivedo sempre in queste descrizioni!:-)))))

    • Almeno non sono l’unica! Pensiamo positivo, non abbiamo problemi come le pelli scure con le recensioni e i tutorial!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.