Recensioni Beauty

Gel Freddo Drenante Geomar -Recensione e prova prodotto

La cellulite, (molto) croce e (nulla) delizia dei giorni nostri. Limite occulto che sulle spiagge e in città si aggira, procurando vergogna a chi la sfoggia e timore a chi non vorrebbe mai vederla sul proprio corpo, oltre che curata dovrebbe essere prevenuta.

Uno stile di vita sano, le solite regole tramandate da rivista in portale web specializzato, continue parole che promettono miracoli a costo di gettare sangue e sudore in aerobici movimenti e costosissimi prodotti. Nei casi più gravi si consiglia un pellegrinaggio in luoghi mistici ove il suddetto ammasso di grasso e ritenzione idrica potrebbe smarrirsi intimorito una volta per tutte.

Prevenire la cellulite si può, ma in tanti, troppi casi è un fattore ormonale a scatenare il martirio cutaneo sotto l’incombenza degli odiosi cuscinetti adiposi. A questo punto anche prevenire diventa inutile e a diventare necessario è l’utilizzo di prodotti accessibili a tutti, la cui efficacia venga proposta a prezzi modesti.

Dopo aver provato con ampie soddisfazioni il Crio-Gel Aloe di Equilibra, l’estate inizia sotto il segno del Gel Freddo Drenante Geomar. A poco più di 5 euro questo gel freddo ad assorbimento ultra rapido promette grandi risultati in trenta giorni, la metà di quanto solitamente si garantisce.

Geomar Gel freddo drenante recensione

La formulazione fresca dal notevole impatto cutaneo, ma tuttavia rispettosa e indicata per pelli delicate e/o con fragilità capillare, contiene al suo interno elementi come l’Escina, l’estratto di Ippocastano, la caffeina e gli oligoelementi del Mar Morto che agiscono in sinergia contro gli inestetismi cutanei rendendo la pelle compatta giorno dopo giorno.

Un gel specifico per l’azione drenante che ben si attiva favorendo il microcircolo e l’espulsione dei liquidi in eccesso, rilasciando un’impagabile freschezza che la cellulite riduce ma solo se integrato in uno stile di vita consono. Geomar Gel freddo Drenante funziona? Scopriamolo insieme. 😉

Geomar Gel Freddo Drenante, in breve: caratteristiche, cos’è, come funziona e prime impressioni

Variante in gel della celeberrima Crema Gel Cellulite Geomar, il Gel freddo drenante è specifico per il trattamento degli inestetismi cutanei dati dalla cellulite contro i quali agisce anche su pelli delicate e/o con fragilità capillare.

Contrariamente alla crema della stessa linea, più densa e con un potere non solo rinfrescante ma anche idratante, questo gel presenta un’azione più decisa e immediata. Utilizzato costantemente due volte al giorno per un mese, promette risultati efficaci su ventre, cosce, glutei e braccia, zone solitamente tra le più colpite dalla pelle a buccia d’arancia.

Geomar gel freddo drenante recensione completa

I cuscinetti adiposi vengono contrastati dalla sinergia di elementi quali:

  • Escina, migliora la microcircolazione e favorisce il drenaggio dei liquidi in eccesso;
  • Estratto di Ippocastano, vasocostrittore e antinfiammatorio utile al rinforzo dei capillari;
  • Caffeina, drenante, favorisce l’azione lipolitica;
  • Estratti di alghe purissime, remineralizzanti e dermoprotettivi, riattivano la microcircolazione e agevolano il processo drenante;
  • Oligoelementi del Mar Morto, preziosi per la loro azione elasticizzante che alla pelle apporta notevole luminosità.

Possiede una favolosa texture in gel, compatta e ad immediata aderenza cutanea, che sulla pelle rilascia una freschezza profonda dalla prima applicazione. Aspetto perlato ma incolore una volta applicato, si assorbe in tempi rapidissimi non lasciando tracce. La pelle è liscia, morbida e naturalmente rinfrescata.

Swatch Gel drenante Geomar

Tale aspetto è particolarmente apprezzato soprattutto durante la stagione estiva: il freddo avvertito in fase di applicazione è un gelido effetto ghiaccio che perdura diverse ore. Un’esperienza assolutamente consigliata, anche se in inverno la situazione potrebbe farsi un po’ più complessa ma un piccolo sacrificio è tuttavia sopportabile se rapportato ai numerosi benefici del prodotto.

Con Geomar Gel freddo drenante è possibile notare i primi risultati nell’arco di un mese, ma solo se ci si attiene ad una scrupolosa applicazione quotidiana in un contesto di vita sana ed equilibrata. In parole povere, se applicate il gel freddo drenante sperando in mirabolanti effetti mentre ve la spassate tra pacchi di patatine e gelati alla crema sappiate che siete sulla strada sbagliata. 😀

Il gel freddo viene proposto in una maxi confezione da 200 ml ad un prezzo irrisorio di circa 5 euro. Tale quantità è in realtà scarsa se pensiamo ad un utilizzo quotidiano: il prodotto va infatti applicato in dosi generose per incentivare l’azione drenante, ragion per cui una sola confezione basta per sole due settimane. La confezione è invece un piacere per gli occhi, con uno squillante verde smeraldo e ricche informazioni contenute all’esterno ma anche all’interno di un pratico foglio illustrativo.

Geomar gel freddo anti cellulite drenante

E’ in plastica morbida con chiusura a scatto il flacone, lungo e appariscente. Tutto è comunque realizzato in puro stile Geomar, impossibile da non riconoscere. Pratico e facile da portare con sé, dosa bene il prodotto evitandone eventuali sprechi. Deliziosa l’essenza al mentolo data dal Frescolat, un festival sensoriale che inebria non soltanto lo spirito ma soprattutto il corpo, pervaso da brividi ai quali ho reagito urlando tutto il mio assenso al freddo in una delle giornate più calde di Maggio.

Se decidete di applicare il Gel drenante Freddo Geomar a giorni alterni, i risultati saranno visibili in un arco di tempo maggiore. Circa due i mesi necessari nel caso di applicazioni sporadiche, dunque costanza e volontà si rivelano indispensabili per un corretto utilizzo del prodotto.

Stimola il drenaggio dei liquidi in eccesso riattivando il microcircolo. Non idrata ma lascia la pelle fresca e compatta, una piacevole sensazione che giorno dopo giorno dona concreti risultati. La reperibilità è massiccia, con una generosa presenza del prodotto negli stores della grande distribuzione e su diversi canali e-commerce.

La mia esperienza: trenta giorni e un gel

La mia è un’esistenza perennemente costellata dai cuscinetti adiposi. Non per scelta, ma per una questione strettamente legata al favoloso equilibrio ormonale che ogni qualvolta si parli di dieta ed esercizio fisico fa spallucce e continua a fare ciò che più gli piace. Ormoni ribelli e pelle sana di certo non vanno d’amore e d’accordo, ma da ex obesa cerco sempre di fare del mio meglio per ottenere un aspetto quantomeno decente.

Le prime impressioni parlano chiaro: Geomar ha prodotto un gel anti cellulite dalle altissime aspettative. Ben curato nel suo pack verde smerando, mostra fiero un piccolo foglio illustrativo dove vengono elencati con dovizia di particolari tutti gli usi che se ne possono fare. Lodevole l’iniziativa del brand nel mostrare con una chiara iconografia i massaggi con i quali applicare al meglio il prodotto.

Istruzioni Geomar gel drenante

Geomar gel freddo anti cellulite

Uso costante, due volte al giorno per un mese. Da subito mi sembra evidente come 200 ml possano non bastare per il trattamento mensile. La cellulite domina incontrastata almeno il 40% del mio corpo, tra braccia, ventre, cosce e glutei una piccola noce di prodotto non può far molto.

Generosamente applicato sulla pelle logorata dalla buccia d’arancia, il Gel freddo drenante di Geomar lascia intuire alla cellulite chi è che comanda da quelle parti. In una furiosa lotta tra il bene e il male, a spuntarla è l’essenza ghiacciata del gel che lascia non solo la pelle perfettamente levigata ma anche ineguagliabili brividi che si ripercuoteranno nelle ore successive e indurranno la sottoscritta ad affermare un glorioso ‘’Ho freddo!’’ per tutto il tempo. Con la bellezza di 33 gradi fuori.

Come suggerito dall’azienda ho seguito scrupolosamente tutte le indicazioni. Ho notato che il Gel freddo drenante agisce meglio dopo la palestra: nei giorni in cui non mi alleno il freddo è meno intenso, l’azione tonificante meno evidente. E’ andata diversamente quando, stremata ma rinvigorita in parte dalla doccia post- palestra, ho applicato il gel sulle zone critiche: cute fresca e rimpolpata, il muscolo trae giovamento dall’effetto ghiaccio e il gel agisce per qualche ora.

A questo punto doverose sono le differenze con il Crio Gel Equilibra. Mentre nel caso del prodotto piemontese avremo un gel che agisce in maniera graduale, quasi lieve, il gel Geomar anti cellulite è quasi irruento. E sì che ci piace aggressivo, che la cellulite può tranquillamente battere la ritirata, ma vedere il grasso sottocutaneo reagire modellandosi ed esponendosi alla furia cieca del prodotto è qualcosa di inebriante e sconvolgente al tempo stesso. Con massaggi profondi, manuali o effettuati da un buon massaggiatore anti-cellulite, il gel agisce in profondità, assorbendosi rapidamente. Non unge, non lascia tracce su abiti, corpo e mani.

L’inebriante profumazione al mentolo, intensa e fresca, pervade i sensi e agevola l’applicazione, forte di una piacevolissima sensazione di freschezza che pervade la cute e lascia quasi storditi, soprattutto nel periodo caldo. Attenzione a dove mettete il prodotto: se per puro caso il gel dovesse depositarsi sul viso risciacquate immediatamente, tende a bruciare molto sulle parti delicate. Esperienza diretta ma involontaria da non ripetere mai più, parola mia.  ;-P

Geomar Gel freddo drenante per pelli delicate

Veniamo dunque agli effetti. Questo Gel freddo drenante Geomar cosa avrà di così speciale? Ve lo dico subito: è pensato per le pelli delicate, motivo principale che mi ha indotto all’acquisto. Rispetta la pelle, mostrandosi comunque delicato anche se potrebbe in apparenza sembrare un gel incattivito. Inoltre è un gel drenante, specifico per la riattivazione del micro circolo cutaneo.

Drena i liquidi in eccesso, azione che raggiunge la massima efficacia se bevete tanto durante il giorno. La pelle apparirà nel tempo più compatta e la buccia d’arancia ridotta, anche se i cuscinetti in realtà sono sempre lì perché dobbiamo dirci la verità: l’aspetto della pelle migliora, ma il grasso non si scioglie dall’oggi al domani. E non con prodotti d’uso comune.

Dopo un mese noto miglioramenti considerevoli su braccia e ventre, più tonici e con un aspetto finalmente più decente. Glutei e cosce non riescono invece a convincermi: sebbene mi sia attenuta scrupolosamente ad uno stile di vita sano, i risultati sono comunque meno evidenti rispetto a quelli rilevati su braccia e pancia. Un gel dai mille benefici ma con delle incertezze.

Come si usa Geomar Gel Freddo Drenante, qualche consiglio utile

Geomar Gel freddo drenante anti cellulite va utilizzato due volte al giorno, mattina e sera, per trenta giorni. Si applica sulla cute perfettamente asciutta, priva di lesioni, meglio se dopo la palestra o la doccia per effetti longevi nel tempo. Il trattamento può essere prolungato, mentre è possibile scegliere se applicarlo tre volte a settimana o meno.

Un uso sporadico è comunque fortemente sconsigliato in quanto comprometterebbe le perfomances del prodotto. Bevete tanto, mangiate in maniera equilibrata e muovetevi, non lasciate che la sedentarietà faccia di voi la residenza perfetta per la cellulite.

Si consiglia di provare il prodotto su una piccola area per verificare eventuali reazioni allergiche. A questo punto siete pronti per utilizzare al meglio Geomar Gel Freddo Drenante. Rapportandomi al micro libretto delle istruzioni in dotazione e alla mia esperienza con prodotti simili, ecco alcuni consigli utili per fare funzionare al meglio il Gel freddo anti cellulite Geomar.

Utilizzo Gel Drenante freddo su cosce e glutei

Il prodotto può essere applicato sia nell’interno che all’esterno coscia. La quantità da applicare dipende dall’area interessata: solitamente una noce di prodotto non eccessivamente esagerata ma  comunque consistente riesce a trattare una vasta zona.

Foglio illustrativo Geomar Gel Drenante

  • Congiungere le mani, partendo dal ginocchio farle scivolare pressando leggermente sulla cute fino alla parte alta della coscia. Ripetere per cinque volte;
  • Congiungere le mani sul ginocchio e fare scivolare i pollici verso l’esterno per cinque volte fino alla parte alta della coscia.

Sui glutei i movimenti dovranno essere circolari, effettuati dal basso verso l’alto con una lieve pressione cutanea. Non dovete mai essere delicati: ci vuole decisione e forza per debellare gli inestetismi dati dalla cellulite. Dovete essere quanto più cattivi possibili. Anche a costo di utilizzare uno sfacciato massaggiatore anti cellulite.

Utilizzo Gel Drenante freddo sulla pancia

Anche qui vale la regola dell’azione decisa. Mai essere impauriti, agire sempre pensando al bene della cute che quasi vi chiede aiuto soffocata dai cuscinetti adiposi. Con movimenti circolari applicate il prodotto in senso orario per dieci volte. A questo punto con massaggi dal basso verso l’alto, da destra fino a sinistra, lasciate assorbire il prodotto fino al giro vita.

Foglio illustrativo Geomar gel drenante parte 2

Pizzicate con veemenza il ventre e completate con un rigoroso massaggio dal centro verso i fianchi con movimenti orizzontali. Sembra quasi il procedimento per montare una libreria Billy ma vi assicuro che dopo la prima volta vi verrà tutto naturale e sarà un piacere dilettarvi nel curioso ruolo del massaggiatore per caso.

Utilizzo Gel drenante su braccia

Anche le braccia pretendono una piccola parte nell’applicazione del gel drenante Geomar ed è per questo che, martoriate da un generale senso di flaccida esistenza alla quale con l’allenamento sto dando filo da torcere, hanno accolto bene il prodotto. L’applicazione è in questo caso semplice: dal basso verso l’alto si preme sulla cute massaggiando con vigore.

La pelle apparirà in ogni caso leggermente arrossata ma non temete: più brucia, più il massaggio è si è reso efficace. 

INCI E PAO

PAO: 12 mesi

AQUA- ALCOHOL DENAT. -POLYSORBATE 20- MENTHOL- MENTHYL LACTATE- CAFFEINE- FUCUS VESICULOSUS EXTRACT—ESCIN- AESCULUS HIPPOCASTANUM SEED EXTRACT – SALVIA OFFICINALIS LEAF EXTRACT- GLYCYRRHIZA GLABRA ROOT EXTRACT- MARIS SAL- PROPYLENE GLYCOL- GLYCERIN-  CARBOMER- TRIETHANOLAMINE- DISODIUM EDTA- CAPRYLYL GLYCOL- ETHYLHEXYLGLYCERIN- PHENOXYETHANOL- METHYLPARABEN- ETHYLPARABEN- CI 42090- CI 19140

INCI Geomar Gel freddo drenante

24 ingredienti di cui 8 rossi, 3 gialli e 13 verdi 

Discreto l’INCI, composto da una maggioranza di elementi verdi quasi tutti di natura vegetale. Stonano un po’ i numerosi bollini rossi che rendono improbabile un eventuale equilibrio, con più parabeni la cui presenza potrebbe dare più di un disturbo sulle pelli sensibili. In generale non va malissimo, ma non si può inneggiare una perfezione in questo caso non pervenuta affatto.

Spiccano tra i verdi gli estratti naturali, con la piacevole della salvia apparsa del tutto inaspettata. Un INCI sicuramente al di sopra di molti altri prodotti della stessa tipologia, ma su alcuni punti migliorabile.

Pro&Contro  

PRO

  • Ottimo rapporto prezzo/qualità;
  • Specifico per pelli sensibili e con fragilità capillare;
  • Risultati visibili in 30 giorni se abbinato ad uno stile di vita sano;
  • Freschezza profonda e tangibile dalla prima applicazione, con un’intensa essenza al mentolo che risveglia la cute e contrasta il grasso sottocutaneo;
  • Lascia la pelle fresca, liscia e tonica;
  • Si assorbe rapidamente senza lasciare tracce;
  • Ottima azione drenante, riattiva subito il microcircolo;
  • Facile da utilizzare con massaggio manuale o con ausilio di un buon massaggiatore anti cellulite;
  • Ampia reperibilità.

CONTRO

  • INCI discreto, migliorabile sotto alcuni punti di vista;
  • Risultati visibili solo se utilizzato tutti i giorni. L’uso non continuativo potrebbe non garantire i medesimi effetti;
  • Quantità non sufficiente per un intero mese di applicazioni. 

Conclusioni: conviene comprarlo?

Valutazione: 8

Nell’eterna lotta tra il bene e il male, i gel freddi drenanti rappresentano la vittoria sul cattivo di turno, l’onnipresente cellulite. Che, salvo fortunati casi sporadici, riesce ad attanagliare anche la pelle più tenace. E’ il caso di questo prodotto firmato Geomar che alla praticità d’uso abbina sapientemente una fresca miscela di oligoelementi del Mar Morto, argille, escina e caffeina.

Il team dream agisce bene sulla cellulite, contrastandola su una pelle rinvigorita da una perenne sensazione di freddo estremo, proprio come se fosse a stretto contatto con una vasca di cubetti di ghiaccio. Piacevole, soprattutto d’estate e tanto utile per raggiungere buoni risultati in un mese  di continua applicazione. Tangibili gli effetti, visibili su una pelle più compatta, tonica e levigata.

Certo, non aspettatevi miracoli. Perché da solo questo gel freddo drenante non può fare molto, è importante seguire uno stile di vita adeguato, svolgere un’attività fisica che aiuti nello scopo e non trascurare mai l’idratazione. Tuttavia si mostra come un buon prodotto, efficace anche sulle zone più critiche.

Ottima l’azione drenante, buoni i risultati raggiunti in un mese anche se 200 ML di certo non bastano per un trattamento completo. La pelle reagisce bene, il prodotto non provoca reazioni allergiche. Ma è necessario saperlo usare con la giusta manualità e gli strumenti del caso: il consiglio è quello di attenersi sempre ai massaggi indicati dall’azienda, con e senza l’ausilio di un buon massaggiatore anti-cellulite.

Acquistalo su Amazon

Alla prossima! 😉


Potrebbe interessarti anche: 

Gel Freddo Drenante Geomar -Recensione e prova prodotto

8

Valutazione complessiva

8/10

    Pro

    • Vedi pro review

    Contro

    • Vedi contro review
    0 Voto Utenti (0 voti)
    Recensioni utenti... Effettua il login se vuoi recensire questo prodotto
    Ordina per:

    Sii il primo a lasciare una recensione.

    User Avatar
    Verificato
    {{{ review.rating_title }}}
    {{{review.rating_comment | nl2br}}}

    Di Più
    {{ pageNumber+1 }}

    Info autore

    Miss B.

    Barbara, 27 anni.

    Catanese di meneghina adozione, coltivo sin dalla tenera età la passione per la scrittura, pilastro fondamentale di un'intera esistenza che mi ha concesso l'opportunità di collaborare, da beauty blogger prima e da copywriter poi, con diversi portali specializzati nell'ambito beauty.

    Il make up come arte, la penna come vera testimonianza di un mondo che va oltre l'apparenza e concede infinite possibilità di trasformazione.

    Gattara fino al midollo, nelle mie infinite giornate da 48 h trovo anche il tempo per occuparmi di lettura, tecnologia e, da brava forchetta, anche di cucina.

    Mi definisco multitasking, la verità è che non so stare un attimo ferma. Aspirante scrittrice, immagino mondi, storie e volti per raccontarne ogni singola sfumatura.

    La scrittura è il mio ossigeno. Mi trovate anche su http://inmybeautybox.altervista.org/ .

    Peace&Cat. Sempre.

    13 Commenti

    Clicca qui per commentare

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • sono sempre stata attratta da questi prodotti ma come dici tu se cmq non li si abbina a una vita e dieta sana non possono mica fare miracoli?

    • Sono fra le geneticamente fortunate, oltre che una nuotatrice, ma è bello sapere che ci sono rimedi anche per questo diffuso flagello.

    • Recensione fantastica! Lo proverò sicuramente dopo la sospensione di Somatoline che per quanto mi riguarda ha fatto miracoli!

    • vale per tutti i prodotti di questa categoria, ci vuole costanza perché i miracoli non esistono..

    • Questo prodotto mi attira molto soprattutto se adatto per pelli soggette a fragilità capillare…Mi hai convinto, mi sa proprio che lo provo! Grazie mille per la recensione,non conoscevo questo prodotto! 😉

    • userei questo prodotto solo per la sensazione di freddo in questi giorni di afa opprimente ahahah scherzi a parte pur essendo un ottimo gel evito sempre di comprare questo genere di prodotti perché so che non riuscirei mai a seguire uno stile di vita sano quindi mi arrendo ahahah

    • Interessantissima la tua dettagliata esperienza Miss!:-) Non conoscevo questo gel, l’Inci mi pare proprio un peccato dato che gli attivi sono proprio quelli giusti, funzionali ma seguiti da altri ingredienti che ptrebbero benissimo essere sostituiti senza grossi aumenti di prezzo. Comunque c’è sempre di peggio, vediamo il lato buono, almeno questa marca è onesta nel manetenere i prezzi accessibili. Mi permetto di ricordare in questa sede che la famosa alga bruna Fucus Vesiculosus (contenuta nei migliori anticellulite) va sempre attenzionata se si hanno patologie tiroidee perchè ci sono delle controindicazioni. Parlai di questa cosa quando ho recensito il mio anticellulite preferito, la Crema di Antos che contiene questo eccipiente. Antos è una delle poche aziende che informa di queste controindicazioni e ha creato anche la versione senza alghe proprio per questo. Mia madre, invece, anni fa usò un famosissimo prodotto di farmacia e non la avvisarono e dopo due giorni di brutti disturbi ha dovuto sospendere immediatamente l’utilizzo e solo dopo abbiamo scoperto la relazione con la tiroide. Quindi si a tutto, ma chi sa di rientrare in qualche patologia particolare è bene che consulti il medico prima di usare quest’alga…chiedere e mettersi al sicuro non costa nulla e può evitare fastidi non indifferenti. Scusate se ho ribadito questa cosa, ma è molto importante sapere che certi principi attivi devono essere usati con consapevolezza e se qualche produttore non informa, almeno sulle nostre esperienze possiamo passarci le “dritte” fra noi!Grazie dell’utile review!;-)

      • Fai benissimo a ribadirlo sempre; io soffro di una patologia tiroidea e sono venuta a conoscenza della pericolosità di quell’alga proprio grazie a te, quindi ben vengano le ripetizioni *_*

        • Idem! anche io purtroppo soffro di una patologia tiroidea…quindi Sun a noi questo prodotto lo sconsigli?!!?

          • No ragazze, consigliare o sconsigliare in questi ambiti è difficile e rischioso poichè le controindicazioni sono sempre soggettive, così come le patologie! L’alga bruna in questione viene largamente usata perchè è una bomba per la cellulite (io che non ho patologie incompatibili ho usato senza problemi e ho amato l’anticellulite Antos proprio per questo ingrediente…), ma chi invece sa di avere basta che chieda al proprio medico di base, che conosce bene le nostre patologie e/o in che forma è presente, indicando di voler utilizzare questo ingrediente. Sicuramente molti potranno usarla senza problemi, poichè la stessa Antos rassicura che la quantità impiegata è efficace ma non così tanta da interferire con la tiroide, ma poichè quasi nessuno informa di queste possibili incompatibilità, io chiederei direttamente al medico e mi metterei al sicuro se usare o no…In particolare, comunque, so che chi assume l’Eutirox (noto farmaco per le patologie tiroidee) potrebbe accusare problemi. Io dopo la brutta esperienza di mia madre (almeno in farmacia avrebbero potuto avvertirla prima di venderle il prodotto) cerco di dirlo perchè in fondo basta avere il benestare del dottore e si può sperimentare senza problemi…per il resto, l’alga è molto efficace;-)

            • Ecco io assumo proprio l’Eutirox, quindi credo che eviterò prodotti contenenti quest’alga…comunque per sicurezza chiederò al medico! Grazie mille per la risposta! 😉

      • Io non so come ringraziarti, Sun 🙂 Ripetilo anche mille volte, fa solo bene e aiuta maggiormente chi è affetto da patologie tiroidee a valutare prodotti che non abbiano al loro interno elementi che possano causare brutte reazioni. Personalmente non ne ero a conoscenza ma scoprirlo mi ha aperto gli occhi: fortunatamente non soffro di una condizione tiroidea ma a questo punto è bene saperne di più per evitare spiacevoli inconvenienti. Quindi grazie ancora, il tuo contributo è preziosissimo. :-*

        • Figurati Miss, io stessa ho approfondito la cosa in seguito all’esperienza di mia madre…Dovrebbero essere i produttori a fare informazione o chi li vende ma non sempre è scontato, per cui è importante informarsi anche per conto proprio e, se possibile, dirlo alle “amiche” ahahahahahah:-)))))))))

    Profilo

    Close
    *
    *