Recensione Cipria Banana Dreams Loose powder di W7

Ciao a tutti, la review che vi propongo oggi  è dedicata alla Banana Dreams Loose Powder di W7, un prodotto stra-famoso che mi ero ripromesso di provare già da diverso tempo, ed ora finalmente, grazie a Beauty tester ho avuto l’opportunità di provare e recensire.

Iniziamo con il dire che la Banana dreams Loose powder è una cipria in polvere libera dalla texture finissima ed impalpabile dal sottotono giallo, da cui prende appunto il nome. Devo ammettere che questa polvere è molto in voga tra gli appassionati di trucco, in particolare questa di W7 è considerata il dupe low-cost per eccellenza della famosa Luxury Banana Powder di Ben Nye, prodotto professionale specifico per il makeup di scenaabbondantemente” utilizzato da Mario Dedivanovic, make-up artist di Kim  Kardashian, per i suoi contouring.

Cipria Banana Dreams Loose powder di W7

Il prodotto si presenta in un contenitore di plastica rigida satinata, con il tappo di colore nero opaco su cui troviamo il nome del prodotto di colore giallo. Il dosatore è semplice, a fori, ideale per dosare la polvere direttamente nel tappo. All’interno troviamo 20 gr di prodotto con una durata dopo l’apertura di 18 mesi. E’ possibile acquistare questo prodotto direttamente dal sito ufficiale, su Amazon, su bb cream italia al prezzo indicativo di € 5,50.

Ingredienti:
Talco, Alluminio Amido Octenylsuccinate, silca, Dimethicone, Ethyhexyl Palmitate, Phenoxyethanol/thylhexylglycerin, CI191410: 1 (FD & C giallo 5 AL Lake), CI77491 (ossido di ferro rosso), CI77499 (ossido di ferro nero), CI77492 (ossido di ferro giallo).

INCI Cipria Banana Dreams Loose powder di W7

Quali sono le caratteristiche di questo cosmetico?

La Banana dreams loose POWDER è una polvere per il viso dalla texture finissima ed impalpabile, destinata principalmente ad illuminare ed a correggere la zona perioculare. Il giallo della nuance si presta infatti egregiamente ad attenuare i cerchi bluastri delle occhiaie, a neutralizzare le ombre violacee sub oculari e rappresenta una preziosa alleata del contouring. Ma parliamo ora del colore…  Il famoso “giallo banana” è in realtà un beige chiarissimo con leggero sottotono ocra, dal finish mat, perfettamente sfumabile. Fissa il correttore, regalando subito uno sguardo fresco e privo di segni di stanchezza nella zona del contorno occhi. È un ottimo illuminante e posso affermare con convinzione che funziona su tutte le carnagioni. (Io l’ho utilizzato anche come ombretto di base, per rendere neutra la palpebra prima di applicare il makeup occhi).

Cipria Banana Dreams Loose powder di W7

Come si usa? 

La Banana Dreams Loose Powder ha molteplici utilizzi:

  • principalmente viene utilizzata per realizzare il Baking, una tecnica di trucco studiata e pensata soprattutto per far apparire il viso liscio e privo di imperfezioni.

Per prima cosa bisogna applicare uno strato di crema per il contorno occhi, in questo modo andremo ad idratare la zona in maniera ottimale e la prepareremo alla successiva applicazione di prodotti e polveri.

Poi applichiamo il correttore, partendo dalla zona interna e spostandoci verso le tempie, creando un triangolo; stendiamo e sfumiamo il prodotto con l’aiuto di una blender umida o con un pennello da correttore.

È arrivato il momento della cipria: inumidite una spugnetta, immergetela nella cipria e applicatene strati abbondanti nella zona del contorno occhi.

Adesso non ci resta che lasciare riposare, o meglio “cuocere”, il correttore e la cipria per almeno una decina di minuti; passato questo tempo di posa possiamo andare a spolverare la zona con un pennello morbido e pulito, in questo modo elimineremo l’eccesso di prodotto e ripuliremo la zona.

  • Può essere utilizzata come illuminante, infatti se applicata sotto le guance e sugli zigomi, ne risalta i volumi donando un effetto viso scolpito.
  • può inoltre essere utilizzata come semplice setting powder su tutto il viso fissando il fondotinta ostacolando il terribile “effetto lucido” che molto spesso si forma nella zona a T donando alla pelle quel bell’effetto vellutato e setoso. In più contenendo silice all’interno, dà un effetto sfocato ai pori e alle rughe sul viso.

Cipria Banana Dreams Loose powder di W7

Swatch Cipria Banana Dreams Loose powder di W7

Concludendo posso dire che la Banana Dreams Loose Powder è un cosmetico validissimo, aiuta a fissare il trucco e a farlo durare a lungo, mantenendone intatto lo splendore iniziale. L’incarnato risulta mattificato, vellutato, quasi di porcellana e opaco a lungo. Infatti nonostante il caldo persistente ha retto alla perfezione tutto il giorno senza abbandonarmi; uniforma il tono della pelle e corregge le piccole imperfezioni.

Mi sento pertanto di affermare che pur essendo questa una versione low-cost, Banana Dreams Loose Powder W7  è assolutamente valida, quindi promossa a pieni voti.


Potrebbe interessarti anche:

Cipria Banana Dreams Loose powder di W7

10

Valutazione complessiva

10.0/10

Pro

  • Qualità/prezzo
  • Efficacia
  • Promesse mantenute

Contro

  • Nessuno

18 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Mi hai aperto un mondo! Non conoscevo niente di simile, sei stato preciso ed utilissimo. Già che ci siamo, in abbinamento ad una cipria dal sottotono giallo hai da consigliare un correttore?

  2. aspettavo questa recensione perché ho letto cose straordinarie dell’originale… ma se il prodotto è valido pur essendo un dupe è un’ottima cosa 🙂 bravo, ottima scelta!

  3. Mi confermi che W7 è un brand davvero validissimo. Grazie mille per la review e per le splendide spiegazioni che sono sempre utilissime per una “ciompetta” come me : ) ho davvero letto la review con molto piacere e di sicuro proverò questa cipria *_*

  4. Come dici tu e guardando le foto non è un prodotto troppo giallino pallido o troppo scuro, ma una media tonalità che sta bene su qualsiasi carnagione! Davvero un ottimo prodotto e una valida alternativa low-cost! Grazie per avercene parlato! Ottima review 😉

  5. Bene, all’altezza della sua reputazione quindi! Temevo che il sottotono fosse un pò troppo sul giallo, invece dallo swatch si intuisce, come dici tu, che può accordarsi praticamente con quasi tutte le carnagioni…anch’io ho imparato qualcosa di più sul baking(ai tempi del mio corso si era più spartani, si teneva meno a queste pratiche e sopratutto ai loro nomi:-))))))), per cui ti ringrazio di averci illustrato così bene il prodotto e di aver corredato lo scritto con delle foto davvero “wow”:-)

    • Dimenticavo…sono felice che il tuo “consiglia prodotto” sia stato poi un test positivo, io ovviamente la maschera viso devo testarla su un periodo più lungo, avendola ricevuta da poco, voglio proprio vedere come si comporta sul lungo periodo di trattamento!;-)

    • Ciao Sunrice, grazie a te di aver letto la mia recensione 😉 Il baking è una tecnica che è sempre esistita, come del resto il contouring…Come sempre le mode vanno e vengono, cambiano i nomi ma la sostanza rimane la stessa… 🙂

  6. Hai spiegato tutto alla perfezione insegnandomi anche qualcosa in più sul Baking, pratica sulla quale sto ancora cercando di capire alcuni aspetti. 🙂 Per questo ti ringrazio e non solo: hai saputo descrivere meravigliosamente il prodotto che non conoscevo affatto ma che si è rivelato un’interessante scoperta da valutare con attenzione. 🙂
    Grazie per la valida review, davvero completa in ogni suo minimo dettaglio. 😀 E che dire delle foto? Spettacolari 🙂 Adoro questi accostamenti, da amante della fotografia non posso che apprezzare sentitamente. Bravissimo! 😀

    • :$ Ciao Miss, grazie mille per aver apprezzato il mio “lavoro”… Mi fa piacere di averti fatto conoscere un nuovo prodotto, credo che le recensioni servano anche a questo, soprattutto nel mondo del make-up dove le novità sono all’ordine del giorno… Mi fa piacere inoltre averti “insegnato” qualcosa in più riguardo al baking che come tecnica non trovo sia difficile, ma che necessiti comunque di un pò di pratica… Grazie 😉

  7. Wow, merita davvero la sua fama allora! il baking lo provo spesso anch’io, ma la “spolverata” attenuta benissimo la lieve occhiaia, ma torna sempre ad evidenziare la pelle non liscia, uffi. Quindi devo convergere sui correttori fluidi anche se quelli in polvere li trovo più performanti.

    • Ciao Lulli, credo che per risolvere il tuo inconveniente tu debba utilizzare un correttore fluido. Per evitare di evidenziare le pieghette del contorno occhi, ti suggerisco di idratare bene la zona con un buon contorno occhi e stendere bene il correttore perchè essendo fluido tende a depositarsi tra le pieghette con l’inconveniente che una volta settato con la cipria, diventano più evidenti. Grazie di aver letto la review 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.