La collezione Louis Vuitton Resort 2018 domina le passerelle in Giappone

Il noto brand Francese ha finalmente fatto bella mostra della sua nuova collezione Louis Vuitton Resort 2018 a Kyoto, in Giappone, dove i disegni di Nicolas Ghesquière hanno catturato l’attenzione del pubblico, in seguito all’attesa collaborazione con il designer Kansai Yamamoto. Lo show si è svolto presso il Museo di Miho, è stato caratterizzato da immagini stravaganti e coraggiose, dedicate all’eccentrica serie cinematografica degli anni ’70 “Stray Cat Rock”. Personaggi famosi e addetti ai mestieri sono stati ampiamente avvistati nelle prime file dell’evento.

Protagonista dello spettacolo, oltre ai disegni di Nicolas, è stata l’imponente riga di eyeliner nera esibita in passerella dalle modelle: Pat McGrath, nota make up artist britannica, ha creato infatti un nuovo standard per la celeberrima linea Cat Eye, proponendola in versione estremamente marcata e spessa. Virgole super corpose agli angoli degli occhi, allungate ed estese, tanto da arrivare fino alle sopracciglia.

make up sfilata sfilata Louis Vuitton 2018
Fonte immagine: Indigital

Louis Vuitton Resort 2018

Un trucco scenico ed eccentrico, ispirato agli attori kabuki giapponesi e rivisitato in stile glamour, adatto alla passerella. Le sopracciglia divengono nere ed eccessivamente drammatiche, in memoria agli antichi samurai. Avremo presto una nuova bizzarra tendenza su Instagram?

Pat Mc Grath ha scelto pigmenti super colorati, giocando con diverse tonalità direttamente sui volti delle modelle, in modo da creare look futuristici in perfetta sintonia con i disegni ribelli di Ghesquière.

Sfumature di azzurro, rosa e rosso avvolgono gli occhi fino alle tempie, colorando le arcate sopraccigliari e l’attaccatura del naso. Il mix di colori crea una dimensione alternativa al volto delle modelle, che appaiono surreali e comiche, aggressive e furiose.

L’accento è posto su occhi e sopracciglia, senza alcuna attenzione alle labbra. La base è opaca e ricoperta da pigmenti vivaci e contrastanti, che compongono disegni bizzarri.

make up sfilata sfilata Louis Vuitton 2018
Fonte immagine: Indigital

Come la maggior parte delle sfilate in passerella, il look proposto è puramente scenico e dimostrativo, dubito (o meglio, mi auguro) vedrete persone realmente indossare un make up simile nella vita di tutti i giorni. Qual è la vostra opinione sulla proposta di Louis Vuitton Resort 2018? Personalmente adoro la femminilità estrema, condita da abiti e make up in grado di valorizzare la donna senza penalizzarla; a voi le conclusioni!

Patrizia

11 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Apprezzo l’attenzione data allo sguardo, agli occhi. Faccio lo stesso anch’io, ovviamente non a questi livelli ahah

  2. Concordo con Habibi, scenografico in passerella, ma poco conciliante in una vita quotidiana…in fila negli uffici, al super…minimo chiamerebbero la neuro!:-)))))

  3. Considerando che è un look da sfilata mi piace molto, lo vedo intenso ed eccessivo come deve essere ogni look da passerella.

  4. Sinceramente, per le sfilate può essere un buon modo per farsi notare, ma, in generale, è un make up poco portabile…

  5. I virgoloni scuri ai lati degli occhi, li facevo tanti anni fa quando andavo in discoteca e mi sembrava un belo modo per aprire lo sguardo e correggere il mio tratto non precisissimo con nuove pennellate che alla fine davano un risultato simile a quello in foto e, di notte, accettabile, ahahah. Per il resto, mi piace osare, ma intensificare così anche le sopracciglia rende poi lo sguardo troppo cupo e va bene non accentuare contestualmente le labbra, ma lasciarle smorte poi no.

    • Ahahah! Si ho presente… A furia di cercare di correggere i tratti poco precisi ci si ritrova con cose assurde ai lati degli occhi XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *