Tinta capelli senza ammoniaca: quale acquistare e perché conviene sceglierla

Tutto quello che devi sapere sulla tinta senza ammoniaca: come si usa, come funziona, perché conviene e quali sono le migliori da acquistare nel 2021.

Meno aggressiva e adatta anche per il cuoio capelluto sensibile, la tinta senza ammoniaca copre il 100% dei capelli bianchi e ne cambia il colore senza rovinarli. Non ci credi? Non ti resta che leggere quello che abbiamo da dirti: ecco perché nel 2021 dovresti scegliere una colorazione senza ammoniaca. 

Prima però ti mostriamo la classifica delle migliori colorazioni permanenti senza ammoniaca: troverai tanti prodotti e una selezione sempre aggiornata degli ultimi trend di mercato.

[toc]

Tinta senza ammoniaca
Tinta capelli senza ammoniaca fai da te

Biokap tinta per capelli

Tinta senza ammoniaca con tempi di posa ridotti 

Non contiene parabeni, profumo, nickel, resorcina e ammoniaca. Delicata, ad alta tollerabilità cutanea, nutre e ripara il capello assicurando una copertura 100% dei capelli bianchi. 

Disponibile in 22 nuance, al suo interno una formulazione esclusiva a base di proteine di grano, soia, avena, acidi della frutta, olio di argan ed estratto di salice. Un mix eccezionale che aiuta a rigenerare, proteggere e ravvivare il capello in soli 10 minuti di posa.

Per scoprirla: leggi la recensione dedicata

Vera Color colorazione senza ammoniaca

Migliore set tinta senza ammoniaca 

Il kit Vera Color è made in Italy e proposto in oltre 30 nuance divise tra basi e riflessi. Miscelabile con altri colori, è una crema che dona ai capelli un colore naturale, duraturo e intenso. 

Con micro-pigmenti puri al 99% e una miscela caratterizzata da cheratina vegetale, bacche di goji e aloe vera, aiuta a ricostruire, intensificare e lenire ogni tipo di capello. 

La confezione non contiene acqua ossigenata, da acquistare a parte. Schiarisce fino a due toni e il tempo di posa è modulabile in base al rivelatore.

Garnier Olia

La Tinta senza ammoniaca più venduta 

Disponibile in 30 nuance differenti, dal più chiaro al più scuro passando anche per il più eclettico rosa, contiene ben il 60% di oli floreali. Delicatamente profumata, è leggera e copre perfettamente i capelli bianchi fino a 4 settimane. 

30 i minuti per la posa, 100% la copertura dei capelli bianchi. Il plus? Non cola e non irrita. Facile da applicare e con effetti sorprendenti su tutta la linea e per tutti i gusti. 

Prezzi aggiornati al: Ago 3, 2021 09:06

L’Oréal Casting Gloss

Tinta senza ammoniaca per primi capelli bianchi 

E’ dedicata a tutti coloro che vogliono coprire i primi capelli bianchi la tinta senza ammoniaca L’Oréal che dura fino a 28 shampoo con un colore naturale e brillante. 

Tono su tono, è proposta in 20 nuance e prevede 30 minuti di posa. Delicata sulla pelle, non cola e ai capelli regala un delizioso profumo di cocco, miele, goji e nocciole in base alla tonalità.

7,22€
9,90€
in stock
12 new from 3,00€
as of Ago 3, 2021 09:06
Amazon.it
Prezzi aggiornati al: Ago 3, 2021 09:06

Phyto Color

Migliore tinta senza ammoniaca vegetale 

Con il 74% di pigmenti vegetali, copre il 100% dei capelli bianchi e non contiene resorcina per adattarsi anche alle pelli più sensibili. 

Proposta in 19 tonalità, dura fino a 4 settimane. Grazie agli oli di jojoba e monoi mantiene i capelli morbidi e lucenti con un colore straordinariamente intenso, dall’effetto naturale.

L’Oréal Prodigy

La tinta senza ammoniaca più economica 

Colorazione ad olio, contiene particelle di pigmenti e micro-oil per dare al capello un colore naturale dalle mille sfaccettature. 

10 le tonalità disponibili, con un risultato extra potente e profumatissimo. I riflessi sono ravvivati, i capelli soffici e setosi. La luminosità? Sorprendente. Un must have per tutti gli amanti delle colorazioni permanenti senza ammoniaca ad olio.

Prezzi aggiornati al: Ago 3, 2021 09:06

Cos’è l’ammoniaca e a cosa serve nelle tinte per capelli

L’ammoniaca è una sostanza che viene usata nelle colorazioni per capelli per aprire le squame del capello e cambiarne radicalmente il colore, contribuendo a far penetrare il pigmento in profondità con effetto immediato e risultati permanenti nel tempo. 

Si tratta di una sostanza piuttosto aggressiva dall’odore pungente, che può causare diversi problemi in caso di cuoio capelluto molto sensibile e danneggiare profondamente il capello.

Tipologie di tinta senza ammoniaca per capelli

Le colorazioni senza ammoniaca possono essere di tre tipi: 

  • Tinte senza ammoniaca 100% vegetali: l’Henné primo tra tutti. Si presentano come polveri da miscelare con acqua calda e vanno tenute in posa da 1 a 3 ore; 
  • Tinte semipermanenti senza ammoniaca: i pigmenti si depositano esternamente al capello e vengono eliminati dopo 8-10 lavaggi; 
  • Tinte permanenti senza ammoniaca: contengono una componente vegetale e pigmenti cosmetici che si depositano nel capello. 

Le differenze riguardano durata dei risultati, intensità del colore e copertura dei capelli bianchi.  

Differenze tra tinta con ammoniaca e tinta senza ammoniaca

Nella tinta con ammoniaca il colore viene fissato tramite l’apertura delle squame del capello: le particelle coloranti si depositano all’interno del fusto e il colore viene radicalmente cambiato. Dopo il trattamento le squame non si richiudono con evidenti danni al fusto: ciò rovina i capelli che appaiono spenti e sfibrati. 

Le tinte senza ammoniaca sono più delicate, composte principalmente da pigmenti cosmetici che sostituiscono l’ammoniaca con validi risultati su tutta la linea. Più sicure, colorano il capello rendendolo più sano e brillante grazie all’importante componente di vitamine e oli nutrienti e idratanti al loro interno. 

E’ bene però non esagerare: la frequenza ideale tra una tinta e l’altra è di almeno 40 giorni per permettere al capello di rigenerarsi e riprendersi dal trattamento.

Come si usa

L’utilizzo è semplice e intuitivo, perfetto per essere replicato a casa in tutta sicurezza e senza andare dal parrucchiere. 

Ecco gli step da seguire: 

  • Prepara il capello: lavalo il giorno prima per assicurarti che il colore si fissi del tutto. Più il capello è sporco, meglio il colore vi aderisce. 
  • Preparati: indossa i guanti protettivi, una mantellina o un asciugamano e copri il piano di lavoro con della carta assorbente. Eviti di macchiare la pelle e tutto ciò che ti sta intorno (e fidati: non è facile smacchiare il colore!) 
  • Miscela la tinta e il rivelatore di colore. Nella maggior parte dei casi trovi entrambi nella confezione, in alternativa potrai acquistare l’acqua ossigenata a parte. 
  • Dividi la chioma in quattro sezioni e applica la tinta partendo dalle radici. Ripeti fino a coprire lunghezze e radici. 
  • Mantieni la posa: il tempo varia in base al prodotto e al risultato che si vuole ottenere. Si va da un minimo di 15 minuti ad un massimo di 40 minuti. 
  • Risciacqua: trascorso il tempo di posa necessario, risciacqua il colore con acqua tiepida fino a quando non è del tutto limpida. 
  • Detergi: lava quindi i tuoi capelli con shampoo e balsamo. 

Tempi e modalità sono indicativi e variano da prodotto a prodotto. Ti consigliamo di attenerti sempre scrupolosamente alle indicazioni riportate sul retro della confezione.

Tempo di posa

Da un minimo di 15 ad un massimo di 40 minuti. Nelle tinte più moderne ad azione rapida il tempo può essere anche di 10 minuti.

Quanto dura

La durata è quella di una classica tinta per capelli con ammoniaca, dalle 3 alle 8 settimane in base alla tipologia.  

Il colore sbiadisce con i lavaggi ed è importante trattare i capelli con maschere e oli altamente nutrienti per mantenerne vigore e morbidezza.

Cosa contiene

Una colorazione senza ammoniaca per capelli contiene pigmenti cosmetici (sostituti dell’ammoniaca) e un mix di oli e vitamine con azione protettiva, idratante e nutriente. Qualche esempio? Oli floreali e altri oli come quello di jojoba, argan, cocco che aiutano a dare al capello vitalità e ai riflessi un delizioso effetto glossy. 

Alcune tinte non contengono parabeni e resorcina, elementi ritenuti dannosi per la salute del capello.

La tinta senza ammoniaca rovina i capelli?

Trattandosi di una formulazione più delicata, risulta meno aggressiva sui capelli. Quindi no, non li rovina ma li mantiene sani, belli, forti e straordinariamente luminosi. 

Ti consigliamo però di non farne un uso eccessivo e ravvicinato: l’ideale sarebbe di mantenere 40 giorni tra una tinta e l’altra.

Usare la tinta senza ammoniaca in gravidanza

È possibile. L’assenza dell’ammoniaca la rende una colorazione per capelli consigliata in gravidanza e durante l’allattamento. 

È altresì consigliata per colore i capelli in caso di pelle molto sensibile. 

Copre i capelli i bianchi?

La tinta senza ammoniaca copre il 100% dei capelli bianchi. L’effetto è uguale a quello garantito da una comune colorazione permanente. 

La tinta senza ammoniaca può causare allergie?

Sì, come tutte le colorazioni permanenti, semipermanenti e temporanee. Per valutare la tollerabilità cutanea effettua un piccolo test applicando una minima quantità di crema sulla pelle e verifica se vi sono allergie. 

Scegliere la colorazione senza ammoniaca

Scegliere la tinta più adatta alle nostre esigenze richiede esperienza e attenzione. Sicuramente è importante partire dal proprio colore di capelli e valutare cosa vogliamo ottenere: trattandosi di una colorazione tono su tono non è possibile stravolgere il colore di partenza. 

La tinta senza ammoniaca va bene se vuoi schiarire o scurire di due toni i capelli. In tutti gli altri casi dovrai ricorrere alla decolorazione o altri trattamenti di colorazione più aggressivi. 

In base a cosa si sceglie la tinta? Te lo spieghiamo nelle righe che seguono. 

Composizione

Partiamo dalla composizione. Una buona tinta per capelli senza ammoniaca non deve contenere agenti alcalinizzanti (ammoniaca). Può invece contenere parabeni, profumi, anti-ossidanti e precursori del colore. 

La confezione base contiene sempre la crema colorante. Nelle versioni più complete trovi anche la crema rivelatrice di colore (acqua ossigenata), il balsamo post colore, guanti e mantellina. 

Qualità

Affidati sempre ai marchi più importanti. Leggere le recensioni è fondamentale per andare sul sicuro: non scegliere la colorazione a buon mercato o, peggio ancora, sconosciuta. Rischi di ottenere risultati discutibili e correre ai ripari con il triplo delle spese.

Durata e intensità colore

Se desideri un colore più intenso valuta una colorazione ad olio senza ammoniaca: gli oli contenuti al suo interno intensificano il colore finale e ravvivano totalmente i riflessi con un effetto glossy superlativo. 

Se vuoi una maggiore durata della copertura dei capelli bianchi affidati alle tinte che garantiscono risultati duraturi a prescindere dal numero di lavaggi.

Conclusioni

Le tinte senza ammoniaca per capelli sono la migliore soluzione per coprire al 100% i capelli bianchi senza rovinare il capello. Facili e sicure da usare, assicurano risultati professionali e capelli sani, luminosi e perfettamente colorati. 

Adesso che ti abbiamo spiegato quali sono le migliori e come si usano, dicci la tua: utilizzi una tinta senza ammoniaca? Qual è la tua preferita? Diccelo con un commento!


 Potrebbe interessarti anche:

4 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Ho sentito parlare bene delle Biokap e per fortuna oggi il mercato delle tinte più naturali si allarga a vista d’occhio!…Prima o poi toccherà fare il passo;-)

  2. Fortunatamente non ho ancora capelli bianchi ma durante il primo lockdown ho utilizzato la L’Oreal casting creme gloss per ravvivare e riflessare il biondo shatush solo sulle lunghezze. Mi sono trovata davvero bene, mia mamma invece usa Olia con un risultato davvero ottimo!

  3. mai fatto tinture e spero di averne bisogno il più tardi possibile, quando ne avrò bisogno sicuramente sceglierò una tinta delicata senza ammoniaca, proverò anche l’indigo per rimanere col mio colore scuro, anche se avendo i capelli con bassa porosità forse non coprirà i bianchi

  4. Non ho capelli bianchi ma da quando avevo 14 anni mi diverto a cambiare colore. Uso spesso per le colorazioni che faccio a casa le tinture senza ammoniaca, ho usato per esempio Olia e mi ci sono trovata bene, ma ho trovato un colore che ho adorato e quindi usato per diversi anni di L’Oréal casting creme gloss. L’ultima volta l’ho usato per colorare i capelli per la promessa di matrimonio, poi non l’ho più rifatto perché non riesco a trovare quella specifica colorazione nella mia profumeria di fiducia ed ho deciso quindi di lasciare un po in pace questi poveri capelli; ciò non toglie che in futuro tornerò a tingermi di nuovo in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *