I tagli troppo corti invecchiano?

I tagli troppo corti rischiano di mostrare più età di quella che hai. Ecco come fare in modo che questo non avvenga con qualche consiglio.

I tagli da evitare

I tagli troppo corti invecchiano per diverse ragioni. Alcuni tagli corti non tengono conto del viso della persona, appesantendolo troppo o rendendolo troppo evidente. In generale, i tagli cortissimi e aggressivi sono più indicati per una persona che non ha superato i 50-60 anni.

Oltre a questo, ci sono tagli che sono definiti “sbarazzini” e che, per questo, sono poco consigliati alle donne mature. Come sempre, non significa non essere alla moda, ma usare la moda per il tuo stile. Ad essere datato è soprattutto il taglio: se scegli un’acconciatura troppo voluminosa e corta, ad effetto anni ’80, rischi di sembrare meno giovane.

taglio capelli corti biondi

I tagli troppo corti invecchiano, soprattutto quando ci si rasa una parte o si tengono i capelli veramente cortissimi. Lo stesso problema capita a chi ha i capelli troppo lunghi e voluminosi.

Avere un bob troppo netto, con una frangia che nasconde gli occhi non sta bene a nessuno. Solo in rarissime occasioni e per alcuni tipi di volti questa acconciatura è possibile, ma parliamo di una mosca bianca.

Stai attenta anche quando hai un taglio medio e dividi i capelli a metà. Questa operazione indurisce i tratti del viso, quindi devi evitarla assolutamente.

Perché invecchiano

I tagli troppo corti invecchiano e possono fare danni. Se si parla di ragazze giovani, allora un taglio netto può significare maturità e sensualità, ma anche lì è necessario stare attente. Per esempio, un taglio troppo voluminoso, oppure un caschetto sempre identico non aiuta e fa sembrare più grandi anche le giovanissime.

Se, sulle prime, la cosa può essere positiva, alla lunga si perde fascino, perché è il viso a pagarne le conseguenze. Questo non significa rinunciare al taglio corto o medio con volume. La cosa importante è evitare le esagerazioni.

Leggi anche: I 20 migliori tagli corti con frangetta

I capelli delle star sono tagliati e definiti in base ai punti di forza del viso. Un viso troppo allungato va curato con un taglio con maggiore volume, ma senza trasformare la testa in una mongolfiera.

Allo stesso modo, chi ha il viso tondo ha bisogno di tagli scalati e di gusto, sui quali sbizzarrirsi. Esagerare può servire nelle grandi occasioni, ma nella vita di tutti i giorni tutto è un po’ più complicato. Tu come porti il taglio corto? Raccontaci con un commento!

Potrebbe interessarti anche:

5 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Articolo e considerazioni molto interessanti. La mia riflessione è che spesso con l’età ci si taglia i capelli perchè è necessario tingerli e si ha poco tempo con i figli da gestire, però lasciare più scoperto un viso con righe non è una buona idea. La frangia spesso arriva per nascondere le rughe della fronte e il diradamento tipico dell’età. Io adoro le signore oltre i 55 che sanno portare colpi di colore acceso nei capelli! Chissà se io lo farò mai.

  2. Secondo me, un bravo parrucchiere è in grado di suggerirti il taglio più adatto al tuo viso, in modo da non dare l’impressione che invecchi

  3. Nel mio caso, pur non essendo più una teen ager, il taglio corto sbarazzino mi leva diversi anni facendomi apparire più piccola, ma è anche una questione di lineamenti credo, ci sono visi che qualunque taglio portino, sembrano “maturi” e poi scopri che magari ha 18 anni!!

  4. Non se necessariamente “invecchiano” i capelli corti, perché sembra una parola un po’ forte, ma al 100% fanno sembrare chiunque più grande… e non sempre è un bene, soprattutto per le ragazze giovani ma molto sviluppate e a cui piace truccarsi 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *