Regole per avere un caschetto sempre in ordine

I capelli corti o di media lunghezza, come il caschetto,  sotto certi aspetti richiedono la stessa cura dei capelli lunghi

Il primo rischio, dopo circa un mese dal taglio, è quello di ritrovarsi con dei capelli che non hanno senso poiché con la ricrescita si perde il taglio. Per questo motivo, se siete decise nel dare un taglio netto, sappiate che dovrete avere cura e costanza e ritornare di tanto in tanto dal parrucchiere a spuntare un po’ le punte o la frangia.

capelli caschetto Bob

La prima regola da tener presente è: non utilizzare il pettine. Quand’è possibile pettinate i capelli con le dita, lasciando da parte spazzole e pettini. Chi ha i capelli lisci, sicuramente sa che pettinare i capelli vuol dire perdere quel po’ di volume naturale che si ha. Piuttosto la mattina date volume alla chioma passando le dita tra i capelli a testa in giù e poi sistemando con delicatezza il taglio con le mani.

Da leggere: Finto caschetto: ecco come realizzarlo

I capelli corti devono essere sani, averli bruciati o sfibrati renderà il taglio sciatto. Meglio evitare l’uso di piastre liscianti. Potete invece giocare d’anticipo al momento dello shampoo utilizzando dei prodotti che modellano.

Il taglio a caschetto richiede un lavaggio frequente. Infatti, le chiome corte tendono a sporcarsi e quindi a ungersi facilmente, anche se molto dipende dalla qualità dei propri capelli. Ricordate, però, di utilizzare la maschera solo un paio di volta la settimana, mentre il balsamo a ogni lavaggio.

Da leggere: I tagli medi per la stagione: come portare le varianti del bob

Alla fine del lavaggio sciacquate i capelli con l’acqua fredda. È un ottimo rimedio per i capelli cha appaiono spenti e opachi. L’acqua fredda dopo un lavaggio caldo chiude i pori e darà sollievo al fusto. Inoltre fa molto bene al cuoio capelluto e migliora l’aspetto generale dei capelli, rendendoli forti e lucenti senza l’utilizzo di alcun prodotto che lucida e sporca facilmente.

Aspetta, C’è Ancora Qualcosa Da Leggere:

4 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Se io non usassi il pettine sarebbe un disastro perchè i miei capelli fini si annodano in maniera impensabile… volendo, però, dopo aver pettinato i capelli, si possono spazzolare a testa in giuù con una spazzola rotonda di grossi diametro, in modo da ridare un po’ di volume

  2. adoooooro il caschetto! lo porto ora con un ciuffo semi-lungo… che fino a un paio di mesi fa era una frangia dritta hahaha… trovo sia portabilissimo e si addice a tantissimi volti (anche mia suocera se l’è fatto). non sono d’accordissimo sul fatto ke bisogna tenerlo in ordine..a meno che non si voglia super liscio e perfetto..io ad esempio, che ho i capelli mossi, lo faccio anche “a come viene” hahah nel senso li asciugo a testa in giù, 5 minuti ed è fatta! li trovo sbarazzini e veloci da fare! cmq son punti di vista ovviamente 😀

  3. Grazie per questi utili consigli mi piace molto questo tipo di taglio infatti e da un po di tempo che taglio sempre i miei capelli a caschetto ora mi stanno crescendo e concordo con il fatto che quando ricrescono i capelli perdono la forma infatti a volte inizio ad avere un po di difficoltà nel gestirli essendo anche grassi. E vero questo tipo di taglio bisogna prendersene cura per averlo sempre in ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *