Prendersi cura dei capelli ricci: ecco 20 consigli essenziali

I capelli ricci sono da sempre bellissimi da guardare e da toccare, a patto che vengano sempre tenuti alla perfezione e che non si facciano mancare loro coccole ed attenzioni. Rispetto ai capelli naturalmente lisci, infatti, hanno bisogno di cure costanti, sensibili come sono ad umidità, vento, shampoo ed asciugature. Ecco quindi per tutte voi ricciolute 20 consigli per semplificarvi la vita e non ricorrere sempre al parrucchiere, anche in situazioni di emergenza.

Prendersi cura dei capelli Ricci, ecco 20 consigli essenziali

1. Lavate i capelli senza shampoo ma solo con il balsamo

Il primo consiglio è quello di lasciar perdere lo shampoo, che potrebbe sgrassare troppo i vostri capelli ricci, naturalmente più secchi delle chiome lisce, ed applicare direttamente il balsamo. Questo metodo consente di detergere il fusto capillare senza però aggredirlo.

2. Cominciate a stendere il balsamo dalle punte

Quando stendete il balsamo non cominciate, come fareste abitualmente, dalle radici, ma dalle punte. Si tratta di un segreto efficacissimo per districare meglio la massa capillare e per idratare maggiormente le estremità più secche dei capelli.

3. Non sfregate con la salvietta

Dopo che avrete lavato i capelli avvolgeteli in una salvietta o in un asciugamano tamponandoli senza mai strofinarli. Quest’ultimo comportamento potrebbe infatti elettrizzare i capelli invece che domarli. A questo proposito un piccolo consiglio è quello di avvolgere una vecchia t-shirt intorno ai capelli al posto della salvietta e l’effetto “fizz” è scongiurato.

4. Usate un pettine a denti larghi

Non spazzolate mai i vostri ricci, ma affidatevi sempre ad un pettine a denti larghi. Questo perché la spazzola separa i ricci, aumentando notevolmente la loro carica elettrostatica. Un pettine a denti larghi, invece, è l’ideale per domare ricci ribelli.

5. Andateci piano con i prodotti

Sembrerebbe il contrario, ma per i capelli ricci “less is best“: meno prodotti cioè userete meglio vi troverete. Caricare infatti un capello mosso di prodotto significherebbe creare una massa appiccicosa in testa che risulta decisamente non bella da vedere.

6. Non credete al mito dell’acqua salata

Molto spesso si sente parlare dell’acqua salata come di un rimedio naturale per mantenere disciplinati i capelli ricci. Spruzzarla sulla capigliatura, in realtà, comporta solo di seccarla ulteriormente. L’effetto che si ottiene al mare è dato dall’insieme di acqua marina, sole ed aria salmastra, non riproducibile da uno spray.

7. L’acqua fredda per l’ultimo risciacquo vale solo per i capelli lisci

L’acqua fredda per l’ultimo risciacquo dopo lo shampoo vale solo per i capelli lisci, in quanto le squame capillari si richiudono così facilmente, donando più lucentezza. Per i capelli ricci non è invece molto utile.

8. Tagliate i capelli a strati progressivi

Quando andate dal parrucchiere per aggiustare il taglio chiedetene uno a strati progressivi. Questo tipico “cut” vi aiuterà ad avere una chioma vaporosa e non piatta, senza l’effetto “campana” per intenderci.

9. Nutrite sempre la vostra chioma

I capelli ricci e mossi hanno bisogno di nutrimento extra, quindi meglio assicurarsi di utilizzare un buon balsamo idratante e disciplinante. Un piccolo segreto è quello di mantenere il balsamo in posa per almeno dieci minuti e di utilizzare oli ristrutturanti come l’olio di Argan o di oliva. Scopri di più sull’olio di Argan

10. Usate una maschera rivitalizzante almeno una volta alla settimana

È buona abitudine utilizzare almeno una volta alla settimana una maschera per capelli mossi a base di cheratina: vi aiuterà a mantenere la capigliatura in ordine, a ristrutturare i ricci e a definirli in maniera deliziosa.

Prendersi cura dei capelli Ricci, ecco 20 consigli essenziali

11. Lasciate asciugare i capelli all’aria aperta

Nei limiti del possibile (ovviamente d’inverno sarà difficile) cercate di asciugare i capelli all’aria aperta: il calore del phon tende infatti a seccare il fusto capillare e ad indebolirlo. Se proprio non riuscite a rinunciare al phon tenetelo almeno a 20 centimetri di distanza dalla testa.

Leggi anche: Bellezza: 10 consigli per avere fantastici capelli mossi

12. Scegliete una sola marca di prodotti

Anche se sarete tentate dall’enorme offerta da parte dei brand dell’haircare, optate per un solo marchio e scegliete tutti i prodotti di una specifica linea per capelli ricci. Non è un’esortazione data a caso, ma perché i prodotti di una stessa linea di un singolo brand lavorano in sinergia, per un risultato migliore.

13. Attenzione agli ingredienti di maschere e balsami

Ogni testa è diversa, per cui un riccio può essere domato da un ingrediente che ad un altro riccio non va giù per niente. Scegliete affidandovi all’esperienza, ricordando però di stare lontane da formulazioni eccessivamente chimiche e di fare attenzione che all’interno dell’inci di un prodotto vi siano almeno due o tre ingredienti naturali.

14. Utilizzate una retina per capelli quando fate la doccia

Questo può sembrare un consiglio bizzarro, in realtà tenere su una retina per capelli quando si fa lo shampoo sotto la doccia aiuta a mantenere la piega e l’elasticità dei ricci, soprattutto se questi ultimi sono fini e delicati.

15. Non dimenticate mai il diffusore

Il diffusore non va mai dimenticato per l’asciugatura dei capelli ricci, in quanto non dirige l’aria in una sola direzione come i phon normali, ma la diffonde uniformemente, facendo sì che i ricci e le onde non si elettrizzino.

16. Passaggio fondamentale: il siero o le creme fizz control

Un siero o una crema “fizz control“, che cioè aiutano a controllare il crespo e l’effetto statico della chioma, possono essere considerati i migliori amici dei capelli ricci. Utilizzatene un po’ prima di asciugare i capelli, stendendoli solo sulle punte, ed avrete un mosso controllato e disciplinato a lungo.

17. Solo cuscini di seta per dormire

Piccola dritta deluxe: cambiate i vostri cuscini di cotone con quelli di seta. È un rimedio fantastico per non elettrizzare i ricci (la seta praticamente non esercita frizione) e non ritrovarsi, al risveglio, con una testa fin troppo voluminosa!

18. Spuntate spesso le lunghezze

I capelli ricci vanno tagliati più spesso di quelli ricci poiché tendono a rovinarsi ed a seccarsi più facilmente. I parrucchieri esperti raccomandano di spuntare le lunghezze ogni 6-8 settimane per avere una capigliatura forte, sana e voluminosa.

19. Mangiate i cibi giusti

L’alimentazione è importante per la salute dei capelli, in particolar modo per quelli ricci. Non fate mai mancare sulla vostra tavola la giusta quantità di frutta, verdura, proteine della carne, del pesce e delle uova. Bevete inoltre molta acqua, fondamentale per l’idratazione e per l’elasticità del capello.

20. Mantenete gli ambienti sempre ben umidificati

L’ultimo consiglio riguarda gli ambienti della vostra casa, che dovranno essere mantenuti al giusto livello di umidità da un umidificatore. L’aria condizionata o un eccessivo riscaldamento (o raffreddamento) della temperatura in maniera artificiale tendono infatti a seccare e a rovinare i vostri capelli mossi. L’umidificatore, invece, vi aiuterà a mantenere i ricci ben definiti e modellati.

Leggi anche:

4 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. sono riccia e come è scritto in un punto tutti i ricci sono diversi io vi giuro però che se applico l’olio d’argan, prima di lavarli o ancora bagnati o dopo averli asciugati mi si ammosciano da morire e quindi, pur avendone provate tante marche, ho capito che non fa per me. poi ho trovato tanti spunti interessanti come il cuscino di seta.
    il cowash invece lo uso di tanto in tanto e mi piace l’effetto.

  2. Il lavaggio senza shampoo (chiamato cowash) è molto indicato anche per capelli secchi in generale. Un buon prodotto per questo metodo è il famosissimo e economicissimo balsamo splendor cocco che non contiene siliconi 😉

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *