I tagli medi per la stagione: come portare le varianti del bob

Le virtù del taglio medio? Hai la comodità di asciugarlo e sistemarlo con un indubbio vantaggio in termini di tempo rispetto ai capelli lunghi, ma hai abbastanza lunghezza da ricorrere all’elastico per un raccolto d’emergenza.

Wavy Bob e tagli medi

Ecco gli hairstyles che devi assolutamente provare se sei fan del taglio medio:

Il lob. È un caschetto che tende ad allungarsi nella parte anteriore, facile da portare e da acconciare, versatile; il termine sta per long bob. Lo porta la make-up artist Clio Zammatteo che sul suo canale Youtube spiega in dettaglio come metterlo in piega (il video è davvero utile, lo suggerisco a chiunque porti o voglia passare ad un caschetto medio: cercate il canale ClioMakeUp). Ma è anche tra i tagli più gettonati sui red carpet della stagione, proprio per la sua versatilità: con il giusto styling è in grado di passare dai look più retrò a quelli più contemporanei.

Taglio capelli corto e sexy foto gallery

Il wob, wavy bob: Novità assoluta del 2015, è la versione mossa e boccolosa del caschetto, dalle varianti più spettinate a quelle più romantiche; consigliatissimo per chi ha i capelli naturalmente mossi e può permettersi il lusso di asciugarli al naturale o con l’aiuto del solo diffusore, stropicciando le ciocche tra le dita. Indispensabile munirsi di fluidi anticrespo che proteggono i boccoli da pioggia, sudore e umidità. Per chi non è altrettanto fortunata è possibile ricorrere ai ferri arricciacapelli: con un po’di pratica si ottengono risultati super-naturali e duraturi.

Esempio di Wavy Bob

Wavy Bob

Il sob, ovvero short bob: la versione “corta” del caschetto, dona un look deciso e grintoso, con una certa aria retrò. Il prodotto da usare in questo caso è una buona cera fissante.

Esempio di Short Bob

Short Bob

Il caschetto medio-corto, scalato e sfilato ad arte. È stato proposto da Kermon nella nuova collezione PE 2015 ed è di nuovo, un taglio d’effetto ma estremamente pratico e facile da mettere in piega: il plus è che i capelli sfilati da una mano esperta ricrescono bene e in ordine, evitandoti di vederti “fuori taglio” dopo un mese e riducendo il numero di visite obbligate dal parrucchiere. Ancora una volta consigliatissimo per chi ha capelli mossi.

Ottima idea anche arricchire il caschetto con frange o ciuffi che sottolineano lo sguardo dando quel tocco di malizia in più: bellissimo il lob con frangetta della cantante Taylor Swift che aggiunge pepe al suo viso angelico.

Da tenere a bada con mini-piastre e prodotti anticrespoottimi gli oli che proteggono dagli UV, donano un effetto glossy e nutrono intensamente la fibra capillare riducendo i danni di schiariture, shatush e balayage.

Leggi anche:

7 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Tra questi il mio preferito è il sob, ce l’ha mia madre e le dona molto 😉
    Il wob invece non mi piace proprio 🙁

  2. Adoro! proprio la settimana scorsa ho fatto il sob 😀 e la cosa assurda è che pur avendo i capelli mossi la piega si mantiene benissimo :O mi basta usare semplicemente il phon et voilà il gioco è fatto!! una meraviglia!

  3. Adoro questi tagli, ma preferisco farli al ritorno dal mare, in modo da poterli legare senza problemi finchè fa caldo

  4. A me piacciono tantissimo i tagli medi infatti un paio di mesi fa mi sono fatta fare dalla mia parrucchiera proprio un caschetto che arrivava sulle spalle che tende ad allungarsi solo un po su davanti e con una francia dritta ho adorato questo taglio mi è piaceva tantissimo come mi stava ora mi sono un po più cresciuti ma comunque stanno ancora bene sono indecisa se la prossima volta che li taglio di farmeli di nuovo così ho farli crescere.

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *