Glitter Roots, come nascondere la ricrescita dei capelli con glitter

Il Glitter Roots è una nuova moda, comparsa per la prima volta lo scorso anno facendo in breve tempo il giro del mondo grazie ai social network. Torna oggi alla ribalta conquistando le più temerarie, consiste nel coprire la fastidiosa ricrescita dei capelli con un mare di brillantini. L’idea accontenterà le più pigre dall’animo festaiolo ed eccentrico, che potranno finalmente rimandare l’appuntamento con il parrucchiere a data da destinarsi, brillando letteralmente dalla testa ai piedi durante i party modaioli.

Ottenere l’effetto glitter con il fai da te è super semplice, con questo breve tutorial potrete sbizzarrirvi con il Glitter Roots, sempre che la cosa rientri nei vostri gusti. Sconsigliamo tuttavia di rendere la procedura una consuetudine. Chi fa uso di brillantini ben saprà quanto sia difficile levarli definitivamente; avrete federe dei cuscini, abiti e testa cosparsi di glitter per giorni, tenetelo in considerazione!

Glitter Roots

Glitter Roots, occorrente per realizzarlo

Come scritto poco fa, si tratta di un look facilmente realizzabile, ciò di cui avrete bisogno saranno 4 semplici prodotti, 3 step ed una manciata di minuti.

Evitate l’utilizzo di lacche o cere per capelli, poiché ciò vi porterà ad avere cascate di glitter sparsi ovunque su di voi e ciò che vi circonda. E’ fondamentale scegliere in alternativa un buon gel, di quelli che si seccano indurendo i capelli, molto stile old fashion.

Detto ciò, ecco quello di cui avrete bisogno:

  1. Vecchi barattoli con coperchio
  2. Glitter di grandezza regolare, sono perfetti i multi pack, offrono buona vastità di colori a poco prezzo
  3. Gel classico per capelli, non di quelli impalpabili una volta asciutti
  4. Spazzola o pennello per applicare la tinta

Seguite ora questi 3 semplici step per creare correttamente il vostro Glitter Roots:

  1. Versate i glitter all’interno dei barattoli di vetro, senza riempirli completamente. Divideteli per colore oppure, se preferite l’effetto arcobaleno, fate un mix delle nuance inserendole nel medesimo contenitore.
  2. Aggiungete ora il gel nei barattoli, cercando di ottenere una pasta il più possibile densa e colma di glitter. In questo modo l’effetto coprente sarà intenso ed omogeneo.
  3. Miscelate il composto servendovi del pennello per tinta, il vostro Glitter Roots è ora pronto per l’uso!

Glitter Roots capelli nascondere ricrescita

Come nascondere la Ricrescita dei Capelli con i Glitter?

E’ finalmente giunto il momento di trasformarvi in scintillanti fate splendenti! Esistono diversi metodi per applicare i glitter sulla ricrescita, il più comune consiste nel spargere brillantini sulla riga centrale o laterale della capigliatura, dove normalmente lo stacco di colore diviene più visibile. Le chiome corte sono più facili da trattare, quelle lunghe richiedono qualche accortezza in più. Cercate ad ogni modo di stendere i glitter esclusivamente sulle radici, evitando le lunghezze.

Spazzolate accuratamente i capelli, soprattutto nella zona interessata. Stirate la parte, cercando di rendere la superficie il più liscia possibile. Fissatela eventualmente con un po’ di lacca. Prelevate con il pennello la pasta di glitter e gel dai barattoli e cominciate a dipingere, stendendo il colore come se fosse una vera tinta. Evitate attaccature delle orecchie e della fronte. Date spazio alla vostra fantasia creando ciò che più vi aggrada: un unico colore scintillante oppure tante nuance mescolate insieme, per dar vita a fantasie e sfumature luminose.

Attendete che il gel indurisca ed evitate di toccarvi i capelli fino a quando saranno ancora bagnati. In media occorreranno circa 30 minuti perché il gel asciughi completamente. A questo punto i glitter saranno ben sigillati in testa e potrete sbizzarrirvi ballando.

Lavate in seguito i capelli con una buona dose di shampoo, ripetendo eventualmente l’operazione se necessario. Applicate il balsamo ed asciugate con il phon, l’aria calda spazzerà via più glitter possibili.

Avete la ricrescita ma non il tempo di correggerla per un improvviso party last minute? Se amate i look stravaganti il Glitter Roots potrebbe rivelarsi utile. Che ne pensate?

Patrizia


Articoli molto simili a questo:

20 Commenti

Aggiungi una risposta
  1. Non mi convince! Il solo pensiero di doverci mettere tre giorni per togliere i brillantini mi fa passare la voglia di metterli!

  2. E’ una moda mooolto eccentrica quindi non fa proprio per me anche perchè odio i brillantini quando te li ritrovi dappertutto…

  3. A me non convince per niente perché i brillantini catturerebbero di più l’attenzione e poi mi vergognerei anche solo ad uscire di casa.

  4. Fortunatamente non ho più di questi problemi avendo abbandonato le tinte e comunque non mi piace granchè questa tecnica, in alcune foto sembra addirittura forfora…a sto punto trovo più dignitosa la ricrescita: un conto è non aver tempo di andare a fare la tinta, un altro tentare un “camouflage” discutibile:-))) Poi penso, se ho la ricrescita voglio passare il più inosservata possibile….diciamo che così non risulti proprio anonima!!!:-)))))))))))

    • Non è anonima dici? Perché? Non capisco… XD Beata te che hai abbandonato le tinte, io ne sono schiava da tempo immemore!

  5. Carino l’effetto finale,ma l’idea di trovare brillantini da tutte le parti non fa per me! Grazie comunque dell’articolo, l’ho letto volentieri! 🙂

  6. Ho visto tantissime foto sui social di questa tecnica ma sinceramente non mi piace per niente. Di solito amo tutto quello che è eccentrico, con colori vivaci o con brillantini, ma questo effetto davvero non mi piace.

    • Non mi dispiace l’idea dei glitter in testa, magari con spray appositi che si trovano in commercio… Ma non concentrati sulla ricrescita -.-‘

  7. Che dire, io continuo a trovarlo orribile, ma forse si tratta di farci l’abitudine, ma è davvero di una scomodità assurda, forse vale la pena di farsi uno spray di colore (es. L’Oreal o Collistar), comunque non ho ricrescita perché non li tingo e mi tengo i pochissimi bianchi scurendoli solo con metodi naturali che li colorano lievemente, in attesa di passare per sempre all’hennè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.