Beauty Tips

Il makeup migliore per la zona T

Qual è il makeup migliore per la zona T? Una domanda lecita visto che il trucco sbagliato, può accentuare le piccole imperfezioni che colpiscono questa zona del viso. Fronte, mento e naso sono spesso bersagliate da sebo in eccesso, punti neri, brufoletti, pelle unta oppure, troppo secca e desquamata.

Prima di pensare al makeup, è importante cercare di riconoscere le cause delle imperfezioni dell’epidermide. La pelle secca o grassa spesso dipende da fattori genetici, quindi c’è poco da fare se non curarla ogni giorno con prodotti specifici. Altre volte sono gli ormoni a modificare l’aspetto della pelle, oppure i detergenti sbagliati, un’alimentazione scorretta, l’uso di alcuni farmaci etc. Grazie a un buon dermatologo potete scoprire la causa ed eventualmente, risolvere il problema alla radice.

Zona T Make up

Dovete curare bene la zona T, facendo ogni giorno una buona detersione con i prodotti idonei. Una volta al mese è consigliata una pulizia del viso professionale. Passiamo adesso al makeup. Lo scopo non è solo quello di opacizzare la zona T e nascondere le piccole imperfezioni. Dovete cercare di usare solo quei prodotti cosmetici che non vanno ad aggravare la situazione.

Makeup migliore per la zona T in caso di pelle grassa

Come prima cosa se avete una zona T grassa, dovete concentrarvi solo sui cosmetici free-oil. Altrimenti vi trovate con la pelle ancora più lucida, ottenendo l’esatto opposto di ciò che desiderate. Dovete acquistare un buon primer opacizzante. Il suo scopo è quello di uniformare la pelle e ridurre l’effetto “unto” tipico delle pelli grasse. Cercatene uno che lascia respirare la pelle, altrimenti rischiate di occludere i pori.

Il fondotinta si rivela un po’ più problematico perché bisogna valutare tanti fattori. Quello minerale può far a caso vostro perché opacizza e l’effetto dura a lungo (se il prodotto è di buona qualità). Tuttavia potrebbe non andar bene se avete anche qualche piccola imperfezione da nascondere. Il fondotinta liquido in questo caso offre una copertura buona, ma va scelto privo di oli.

Subito dopo il fondotinta (aspettando un paio di minuti se usate quello liquido, in modo che asciughi) procedete con la cipria, così da fissare tutto. Un prodotto cosmetico assolutamente perfetto se avete la pelle grassa che a dirla tutta, potete usarlo da solo se non avete bisogno di un gran trucco ma volete comunque dare alla vostra pelle un bell’aspetto. Ha la capacità di assorbire il sebo e opacizzare il viso. Cercate quelle a polvere libera e che traspirano. Applicatela su tutta la pelle ma calcate la mano soprattutto sulla zona T, o comunque nelle parti particolarmente grasse.

Makeup migliore per la zona T in caso di pelle secca

La pelle secca sulla zona T è un po’ più rara rispetto a quella grassa, ma alcune ragazze ne soffrono. Se questo è il vostro caso, è il paragrafo giusto per voi. Ciò che serve a voi è ridurre l’effetto arido e magari, evitare che la pelle si screpoli. Ancora una volta vi occorre il primer per uniformare l’incarnato, cercatene uno che faccia respirare la pelle. Dovete applicare dopo un bel fondotinta idratante. Se la vostra pelle non ha grandi imperfezioni da dover coprire, quello fluido andrà più che bene (ricordatevi di acquistarlo della stessa tonalità della vostra pelle, al massimo una gradazione più su!). Se c’è qualche piccola imperfezione da coprire, usate il fondotinta in cialda o stick. Tutti e tre questi tipi di prodotto però devono essere realizzati senza l’uso di alcol o prodotti opacizzanti, altrimenti peggiorate il problema.

Potete usare un po’ di cipria per fissare il tutto, ma la quantità deve essere minima, altrimenti asciugate ancora di più la pelle. Il tocco finale è dato dal blush e dall’illuminante!

Info autore

ClaudiaL51

Esperta di estetica e benessere, blogger che non si stanca mai di scrivere di tutti quei temi che la appassionano. Dal make-up ai viaggi che faccio in giro per il mondo!

8 Commenti

Clicca qui per commentare

Adv

Profilo

Close
*
*

ADV